CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.10.2018

Nuovo alberghiero “servito” nel 2019

Il consigliere provinciale Tosetto con la preside Biancato e il consigliere comunale BaroloNella prossima tranche sarà anche restaurato l’esterno della villa
Il consigliere provinciale Tosetto con la preside Biancato e il consigliere comunale BaroloNella prossima tranche sarà anche restaurato l’esterno della villa

Con l’assegnazione di ulteriori 700 mila euro all’Istituto d’istruzione superiore “Mario Rigoni Stern” di Asiago, la Provincia di Vicenza dà il via agli ultimi lavori necessari prima della “rivoluzione” delle scuole superiori dell’Altopiano. Proprio in questi giorni, infatti, è stato confermato lo stanziamento per il completamento del nuovo istituto alberghiero all’interno dell’ex Villa Zecchin, adiacente all’attuale liceo scientifico e all’istituto tecnico economico. Questo stralcio porta a 2 milioni l’investimento finora effettuato e prevede il rifacimento della facciata dell’ex villa e la sistemazione delle aule. In contemporanea la direzione scolastica provvederà all’allestimento delle cucine, della sala e altre forniture interne. Il tutto per poter consegnare agli studenti dell’alberghiero una scuola completamente nuova già nel settembre del 2019. «Purtroppo siamo un anno in ritardo sulla tabella di marcia – commenta il consigliere provinciale delegato all’edilizia scolastica, Ennio Tosetto – ma non certo per mancanza di capacità o volontà provinciale. Purtroppo stiamo riscontrando sempre maggior problemi con le imprese che non rispettano i cronoprogrammi. Il mio è davvero un grido di dolore e un appello alle imprese: se non ce la fatte a rispettare i contratti, non partecipate ai bandi». Al termine dei lavori, l’ex villa sarà completamente trasformata. L’ingresso sarà spostato a nord e al piano terra troveranno spazio due aule. Al primo piano ci saranno tre aule e la sala professori, mentre al secondo piano saranno collocate quattro aule. Nella parte posteriore della villa è stata realizzata un’ala nuova con al piano terra la cucina, il laboratorio di pasticceria e spazi di deposito, mentre al piano superiore sono stati realizzati una grande sala ristorante con bar, il guardaroba, i servizi e una lavanderia. Il completamento del nuovo alberghiero darà il via a radicali cambiamenti nell’attuale assetto scolastico altopianese. Dove ora trova spazio il liceo scientifico con i suoi tre indirizzi (tradizionale, scienze applicate e sportivo) saranno spostate le aule dell’alberghiero oggi situate nel plesso di via Cinque. Il liceo invece sarà spostato all’Ipsia con nuove aule e laboratori già in via di completamento. «In questo modo – spiega la preside Laura Biancato – creeremo due poli scolastici: uno con gli indirizzi turistici, ovvero l’alberghiero, l’istituto tecnico-economico e il corso biennale post diploma dell’istituto tecnico superiore di hospitality management; e nel polo di via Cinque un’area tecnico-scientifico con laboratori importanti e realizzati ex novo come quello di robotica o di biologia e chimica, a cui si aggiunge la nuova serra per la coltivazione invernale». «Tutto questo è un sogno diventato realtà – conclude il consigliere comunale di Asiago con delega all’istruzione, Alessio Barolo –, è il completamento di anni di lavoro e di studio che speriamo possa garantire un futuro roseo all’istruzione dei nostri ragazzi e che invece di scegliere scuole della pianura li spinga a restare qui. Inoltre questo campus sarà di certo un richiamo per i ragazzi della Pedemontana, che possono inoltre trovare una sistemazione nel convitto. Una realizzazione che è frutto di una condivisione tra Provincia, direzione scolastica, Comune di Asiago e Unione Montana; è infatti grazie alla strategia aree interne che riusciamo a completare la scuola con le dotazioni delle cucine, sale e laboratori. È la dimostrazione che con la sinergia tra enti possiamo realizzare cose importanti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gerardo Rigoni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Oltre al turismo quale potrebbe essere la chiave per lo sviluppo dell’Altopiano?
ok