CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.11.2017

Mario Rigoni Stern
Da 700 ragazzi
l’omaggio più vero

Alcuni degli studenti premiati nell’ambito del festival
Alcuni degli studenti premiati nell’ambito del festival

Trecento classi delle elementari e delle medie e 400 studenti delle scuole superiori partecipanti al festival convegno “Mario Rigoni Stern: un uomo, tante storie, nessun confine”. Sono numeri che testimoniano le emozioni che lo scrittore ancora oggi riesce a destare in chi si avvicina alla sua opera. La capacità di Rigoni Stern di parlare al cuore del lettore, la sua descrizione della natura che porta a voler scoprire il bosco ed i suoi segreti e l'umanità dei suoi personaggi, hanno fatto breccia nell'intimo di questi ragazzi regalando loro uno spaccato diverso di questo mondo ipertecnologico; un nuovo orizzonte che è appena fuori dall'uscio di casa. Rigoni Stern invitava i ragazzi ad uscire nella natura, camminare sotto la neve, osservare il mondo che li circonda per non perdersi le meraviglie che la natura sa offrire. Un'emozione che i ragazzi hanno tradotto in opere artistiche, elaborati di prosa e poesia, rappresentazioni teatrali, in musica e in ricerche per i concorsi “Giovani stagioni”, “Un arboreto salvatico”, “I sapori di Stern” e “Seguendo i sentieri di Stern”. Opere che certamente avrebbero fatto piacere al “sergente” poiché, come ha ricordato il figlio Alberico, «Mario era un bambino per niente attirato dalla scuola ma che nella sua vita è riuscito a imparare molto, non ha mai smesso di imparare». «Dagli elaborati – commenta il presidente delle giurie dei concorsi Fernando Cerchiaro – emerge che sono state esperienze coinvolgenti per gli studenti, in grado di appassionarli alle tematiche affrontate, considerate nei contesti ambientali dei partecipanti. Elaborati approfonditi e curati non soltanto dal punto di vista della lingua italiana e dei contenuti, ma anche degli apparati illustrativi. Indice che gli studenti non hanno soltanto letto una o più opere letterarie ma hanno saputo tradurle in un’esperienza creativa nell’ambito dei rispettivi ambienti di vita». Il festival convegno è stato giudicato infatti un successo da parte di tutti: i partecipanti, i relatori e il sempre folto pubblico che ha preso parte alla tre giorni dedicati a Stern scrittore, uomo e portatore di quella saggezza data dall'esperienza di vita ma anche dal suo mondo. Un successo che è merito soprattutto degli studenti dell'Istituto d'istruzione superiore di Asiago che, con l'appoggio degli insegnanti (in particolare delle ideatrici Annalisa Scapin e Anna Maria Cavallarin), delle istituzioni e degli sponsor hanno organizzato e seguito il convegno. «Rigoni Stern – conclude Margherita De Tomas, coordinatrice di giuria del Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi - è uno scrittore che più di altri ha saputo trasmettere con una poetica universale quei valori che sono attualissimi come dimostra la partecipazione al convegno di giovani di oggi».

Gerardo Rigoni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1