CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.04.2018

L’Avis fa 50 anni e punta sui giovani

L’Avis asiaghese, in questa foto la festa sezionale dell’anno scorso,  compie 50 anni Ad Asiago in questi giorni si ritroveranno tutti i gruppi della sezione
L’Avis asiaghese, in questa foto la festa sezionale dell’anno scorso, compie 50 anni Ad Asiago in questi giorni si ritroveranno tutti i gruppi della sezione

L’Avis Altopiano di Asiago festeggia i suoi 50 anni di fondazione e lo fa con una tre giorni di eventi, da concerti di musica ad un convegno e a momenti conviviali. Il tutto avrà inizio domani alle 21 al centro polifunzionale di Canove di Roana dove si terrà una serata di ballo liscio. Si prosegue sabato alle 15 con il ritrovo alla chiesetta di contrada Pennar di Asiago che è dedicata ai donatori di sangue e dove si svolgerà una breve cerimonia alla presenza dei labari dei gruppi e delle autorità civili e religiose. Alle 15.45 i donatori si raduneranno davanti alla chiesetta di San Rocco nel centro del capoluogo altopianese per dare il via a una sfilata dove i labari, le autorità, i soci e i simpatizzanti saranno accompagnati dalla banda musicale giovanile di Asiago fino al Millepini. Al teatro cittadino è stato organizzato il momento ufficiale con interventi delle autorità e dirigenti avisini oltre che ad alcune significative testimonianze di chi ha donato non solo sangue ma anche midollo osseo e organi. L’appuntamento ufficiale si concluderà con delle proiezioni relative alle problematiche della donazione nei suoi vari aspetti; sangue, midollo e organi. Alle 18 sarà servito un buffet per i convenuti prima di proseguire alle 21 con lo spettacolo teatrale offerto dalla compagnia “I Rispaar” dal titolo “Al ombra del beco” che offre uno spaccato semiserio della vita paesana asiaghese, dai personaggi alle argomentazioni da piazza, che si svolge nel centro del paese dominato dalla fontana del fauno, ovvero il “beco”. Le celebrazioni per i 50 anni di attività dell’Avis locale continuerà domenica dalle 9.15 con il ritrovo dei partecipanti al parco del donatore a Canove di Roana da dove poi partirà la sfilata accompagnata dalla banda musicale “Monte Lemerle” fino alla chiesa parrocchiale dove si celebrerà la messa. Terminata la funzione religiosa i partecipanti sono invitati alla struttura polifunzionale di Canove dove si svolgerà il pranzo sociale. «Ogni nostro gesto di donazione – commenta il presidente Avis altopianese Antonio Facco – anche se piccolo è come una goccia nel mare che diventa molto importante e assume un grande valore. Ecco l’importanza del traguardo dei nostri 50 anni. Che non è solo una festa della nostra associazione ma di tutta la comunità perché è la comunità che beneficia della generosità con la quale i volontari donano una parte di sé affinché qualcuno possa continuare a vivere». L’Avis Altopiano di Asiago nasce il 5 aprile 1968 con un gruppo di meno di cento donatori. Oggi conta su circa 700 donatori attivi che nel 2017 hanno donato 1238 sacche tra sangue e plasma nelle 42 giornate di raccolta organizzate di volta in colta dai vari gruppi appartenenti alla sezione. Un anno proficuo, il 2017 non solo per le 136 donazioni in più rispetto all’anno precedente ma anche per una decina di giovani che si sono iscritti permettendo un certo ricambio dei soci giunti oramai al limite d’età per le donazioni. «Il coinvolgimento dei giovani è fondamentale oggi più che mai – conclude Facco – perché con il calo demografico e l’aumento dell’età media la necessita di sangue e dei suoi derivati sarà sempre più richiesta. Speriamo che la grande festa che abbiamo preparato possa attrarre altri giovani a donare». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gerardo Rigoni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Oltre al turismo quale potrebbe essere la chiave per lo sviluppo dell’Altopiano?
ok