CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.10.2017

Foliage da exploit
Salotto d’autunno
tra i migliori d’Italia

Una delle installazioni in occasione di Asiago Foliage. [FOTOGRAFO]LONGHINI
Una delle installazioni in occasione di Asiago Foliage. [FOTOGRAFO]LONGHINI

Non due bensì tre giorni dedicati ad “Asiago Foliage”. Potrebbe essere questa una delle novità del prossimo anno per una iniziativa che sta via via crescendo e che ha portato il capoluogo dell’Altopiano ad essere segnalato tra i cinque migliori luoghi in Italia in cui ammirare le colorazioni del paesaggio autunnale nella classifica stilata dalla rivista Trekking&outdoor (nel suo sito Trekking.it).

Nonostante il maltempo abbia rovinato la seconda giornata, il bilancio della terza edizione della manifestazione è da considerarsi buono anche perché, con grande spirito di adattamento, artisti e musicisti non hanno comunque fatto mancare l’intrattenimento. Particolarmente apprezzati sono stati i tanti laboratori per bambini e le storie sotto l’albero raccontante da Consuelo Morello, nonché i mascheroni arcimboldo realizzati sotto gli occhi dei passanti e il lavoro di altri artisti, anche di body painting. Bello il concorso fotografico che ha portato in città i suggestivi paesaggi dell’Altopiano.

È piaciuto molto anche l’esclusivo spettacolo pirotecnico proposto nella serata di sabato all’aeroporto con la presenza ad Asiago di oltre 50 rappresentanti da tutta Europa riuniti dalla ditta Parente Fireworks.

«Uno spettacolo che si può vedere solo nelle capitali europee - sottolinea l’assessore al turismo Chiara Stefani - un privilegio dunque poterlo proporre qui ad Asiago».

Peccato che la pioggia di domenica non abbia permesso ai tanti musei della rete museale Altovicentino presenti ad Asiago per la loro annuale giornata di presentare adeguatamente la propria attività.

«Il convegno svoltosi in municipio - dice Chiara Stefani - è stato però molto interessante e ci ha dato degli spunti interessanti anche per lo sviluppo del turismo culturale nel nostro territorio».

Una delle note più positive viene anche dalla partecipazione fattiva e collaborativa da parte di tanti commercianti e ristoratori.

«I primi - afferma l’assessore - si sono sbizzarriti nel creare allestimenti dentro e fuori i loro negozi e ce ne sono stati di bellissimi, tanto che per il prossimo anno pensiamo di istituire un apposito premio. Asiago Foliage non si esaurisce con i due giorni della seppur bella manifestazione - continua Chiara Stefani - ma vuol essere prima di tutto lo strumento per far conoscere la bellezza dei paesaggi autunnali ad Asiago e in tutto l’Altopiano. Per la promozione dell’appuntamento abbiamo puntato su siti internet, blog e tutte quelle pagine web che hanno come base l’amore per la natura e i weekend (o anche periodi più lunghi di vacanza) ad essa dedicati. Va evidenziato - conclude l’assessore - che ci sono luoghi in Italia dove il foliage è davvero splendido ma in cui manca una adeguata capacità ricettiva. Noi possiamo offrire il meraviglioso spettacolo della natura, anche a pochi passi dal centro, insieme ad un centro urbano che è un salotto con una serie di strutture ricettive e un tessuto commerciale per tutti i gusti. È questo il punto distintivo».

Stefania Longhini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1