CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.05.2018

Allegri, è valida anche la seconda lista

Una suggestiva veduta panoramica di Enego FOTO CECCONIvo Boscardin
Una suggestiva veduta panoramica di Enego FOTO CECCONIvo Boscardin

Inizio di campagna elettorale al cardiopalma ad Enego per la messa in dubbio della regolarità della presentazione di una delle due liste iscritte alla tornata elettorale. Ansie sedate poi dalla commissione elettorale di Bassano che ha ritenuto valida le procedure di registrazione della lista “Tutti per Enego”, con candidato sindaco Davide Allegri, nonostante questa fosse stata depositata qualche minuto oltre il termine massimo di mezzogiorno. Sabato mattina la piazza di Enego ha visto un gran movimento di fedeli delle varie anime politiche del paese. Questo perché fino alle 11.50 c’era una sola lista già depositata in municipio, quella di “Un futuro per Enego”, con candidato sindaco Ivo Boscardin. Una situazione che avrebbe decretato il commissariamento del Comune perché nelle liste elettorali eneghesi sussistono più iscritti all’Aire, ovvero residenti all’estero, di quelli che effettivamente vivono nel paese. Tanto che all’ultima tornata elettorale per il rinnovo del consiglio comunale l’affluenza si era arrenata al 48,88%. Perché un’elezione amministrativa sia ritenuta valida, qualora ci fosse un’unica formazione sulla scheda elettorale, c’è l’obbligo di superare il quorum del 50 per cento degli aventi diritti al voto. «Se andassero al voto tutti gli eneghesi residenti in paese – commenta il sindaco Fosco Cappellari – non raggiungeremmo il 50% degli iscritti, quindi un’unica lista darebbe la certezza del commissariamento». Un rischio che alle 11.55 è sembrato svanire grazie a dei delegati vicini all’attuale minoranza consiliare che si avviavano verso il portone municipale. Seguiti dai rappresentanti della lista “Tutti per Enego”, che dovevano ancora presentare la lista perché in attesa della lista della minoranza. Se questa avrebbe protocollato la propria lista, “Tutti per Enego” si sarebbe fatta da parte per non frazionare troppo il voto e lasciare la contesa elettorale tra le due. Ma a mezzogiorno ecco il colpo di scena: appena suonati i dodici rintocchi della campana la rappresentante di lista che stava espletando le pratiche di registrazione ha ritirato tutto dichiarando che la lista non era più intenzionata a concorrere per le amministrative. Subito si è fatto avanti Davide Allegri per regolarizzare la squadra ma il termine di mezzogiorno era scaduto da poco. Dopo lunghe discussioni con gli impiegati comunali e dopo varie telefonate in Prefettura, la lista “Tutti per Enego” è stata accettata con riserva rimandando alla commissione elettorale di Bassano la decisione finale. La commissione, dopo aver vagliato i verbali redatti, ha ammesso a pieno titolo la lista di Allegri riconoscendo che il ritardo nella registrazione della lista era da attribuire alla presenza dei rappresentanti della lista vicina alla minoranza che tenevano impegnato l’impiegato comunale. Essendo Allegri già all’interno dell’ufficio demografico comunale prima della scadenza dei termini, la procedura è stata ritenuta regolare. «Sono contento che la cosa si sia risolta bene, anche se non avevo dubbi sulla regolarità del nostro operato – commenta Davide Allegri –. Ora aspettiamo l’esito delle elezioni, con l’auspicio che si posso lavorare assieme per il bene di Enego, che attraversa un momento di grave difficoltà. C’è bisogno del contributo di tutti per affrontare le sfide del futuro». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gerardo Rigoni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Oltre al turismo quale potrebbe essere la chiave per lo sviluppo dell’Altopiano?
ok