CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.05.2017

Adesca ragazzina: otto mesi

L’indagine è stata condotta dagli agenti della Polizia postale
L’indagine è stata condotta dagli agenti della Polizia postale

Aveva adescato la sua vittima, una sedicenne trevigiana, tramite Facebook. Si spacciava per fotografo di un’agenzia di reclutamento di modelle e chiedeva, in cambio di un interessamento per qualche lavoretto, foto hard e incontri a sfondo sessuale. Ieri a Venezia davanti al giudice per l’udienza preliminare Massimo Vicinanza, un 40enne di Bassano, impiegato incensurato, ha patteggiato otto mesi (pena sospesa), a cui si aggiunge una multa di 2.000 euro per tentata prostituzione minorile e per tentata detenzione di materiale pedopornografico (reato, quest’ultimo, riqualificato dalla più grave ipotesi iniziale di produzione di materiale pedopornografico).

I difensori del bassanese, gli avvocati Matteo Lazzaro e Damiano Danesin, hanno ottenuto il patteggiamento anche in virtù del percorso psicoterapeutico che il quarantenne ha intrapreso dopo la denuncia che era scattata nel novembre 2015.

A scoprire il tentativo di adescamento sul social network erano stati i genitori della ragazzina che avevano chiesto l’intervento della polizia postale. I contatti tra l’adulto e la ragazzina erano agli albori, tanto che la minore non aveva mandato alcuna foto sexy. Come da prassi in questi casi, i contatti tra il bassanese e quella che lui credeva essere la ragazzina - ma in realtà erano gli agenti della polizia postale - erano andati avanti per qualche tempo, finché l’uomo aveva chiesto alla sedicenne di incontrarsi a casa di lei, una sera in cui i genitori erano fuori.

Quando lui aveva suonato alla porta, però, aveva trovato gli agenti. Erano scattati, oltre alla denuncia, i sequestri del pc e del cellulare che erano stati poi passati al setaccio. Non era stato trovato materiale pornografico e pedopornografico.

Ieri il procedimento a carico del bassanese si è concluso con il patteggiamento della pena. La famiglia della sedicenne non si è costituita parte civile.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1