CHIUDI
CHIUDI

11.01.2019

Per eludere il fisco
commercialista
le intesta l'auto

Il sequestro dell'auto da parte della GdF
Il sequestro dell'auto da parte della GdF

ARZIGNANO. Nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle del comando provinciale di Vicenza hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Vicenza, di un’auto utilizzata da un commercialista di Arzignano il quale, seppur facendone un uso esclusivo, l’aveva intestata fittiziamente ad un terzo soggetto al fine di eludere l’Erario.

 

Secondo la ricostruzione dei Finanzieri della compagnia di Arzignano, il contabile (S.M., classe 1974), nel marzo 2017, si sarebbe rivolto a una sua cliente (Z.G.I., classe 1980, di origine rumena) chiedendole la disponibilità a intestarsi - solo formalmente - una Volkswagen Passat da utilizzare per le proprie esigenze. La donna, in virtù di un rapporto di amicizia risalente nel tempo, aveva accettato ma poco dopo - evidentemente giunta a un punto di rottura nei rapporti con il professionista vicentino - si era rivolta ai Finanzieri per denunciare l’appropriazione indebita, ad opera dell'uomo, del mezzo che lei stessa aveva riconosciuto essere stato intestato a sé in modo fittizio dal citato S. M., allo scopo di impedire l’adempimento coatto delle proprie pendenze con il Fisco.

 

In seguito ad accertamenti è emerso che l'auto era stata pagata da S.M. con fondi prelevati da propri conti correnti e da quelli della figlia, per un totale di 23 mila euro. Non solo: la stessa assicurazione Rca risultava stipulata e intestata al commercialista. Le Fiamme Gialle, inoltre, hanno trovato conferma dell’intento fraudolento di S.M. nell’esistenza di pendenze debitore nei confronti dell’Erario per oltre 80 mila euro, a fronte delle quali l’eventuale intestazione di un bene mobile registrato avrebbe certamente portato ad una misura di sequestro nei suoi confronti.

 

I Finanzieri hanno quindi denunciando i due per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte; l'auto è stata sequestrata e affidata dall’Autorità Giudiziaria in custodia alla Compagnia di Arzignano.  

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1