Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
domenica, 21 ottobre 2018

Stazionario
il ciclista
investito
da un’auto

Sono ancora stazionarie le condizioni del giovane ciclista bangladese che l’altra sera è stato investio all’incrocio tra la provinciale Valchiampo e via Segala, alle porte della zona industriale di Zermeghedo. Il diciannovenne Akon Nouro, che nella stessa serata è stato trasportato d’urgenza al San Bortolo di Vicenza, stava percorrendo la strada a bordo della sua bici quando, per cause ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri del maggiore Giovanni Blasutig della Compagnia di Valdagno, è stato centrato e sbalzato di sella dalla una Bmw 520 proveniente da via Segale e guidata da E.S., 39 anni, residente a Chiampo. Il ferito, che stava pedalando nella direzione di Arzignano, non è stato subito identificato. In base alle successive verifiche, risulta essere domiciliato a Montebello, ospite di connazionali, anche se la residenza è a Vinco, in provincia di Reggio Calabria. Attualmente si trova ancora ricoverato al reparto di neurochirurgia del San Bortolo dove è giunto dal pronto soccorso del Cazzavillan di Arzignano. Le sue condizioni sono ancora gravi e la prognosi è riservata, ma non corre pericolo di vita. M.G.