CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.06.2017

Una serra di marijuana Fidanzati in manette

La perquisizione dei carabinieri nella stanza dove c’erano le serre
La perquisizione dei carabinieri nella stanza dove c’erano le serre

Avevano creato nella camera da letto di casa due serre perfettamente attrezzate al cui interno venivano coltivate con cura piante di cannabis. Arrestata dai carabinieri della stazione di Monteforte d’Alpone (Verona) una coppia di fidanzati di Gambellara. Sequestrati ai due conviventi anche altri 20 grammi di marijuana, già essiccata e suddivisa per la vendita al dettaglio.

L'operazione è scattata l’altro ieri alle prime luci dell’alba a Gambellara. I carabinieri di Monteforte d’Alpone coadiuvati da nucleo operativo della Compagnia di San Bonifacio , dopo una serrata attività investigativa in materia di stupefacenti, hanno effettuato una perquisizione nella casa della coppia di conviventi che aveva avviato una coltivazione di cannabis con 32 piante.

Sono quindi stati dichiarati in arresto un uomo di 35anni e la sua compagna di 24 anni, ai quali è stato contestato il reato di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso.I due fidanzati, incensurati, sono stati posti agli arresti domiciliari su disposizione della procura della Repubblica di Vicenza e nella mattinata di ieri sono stati processati con rito direttissimo dinnanzi al tribunale di Vicenza. Il giudice ha convalidato l’arresto della coppia che, scegliendo il patteggiamento, sono stati condannati entrambi a quattro mesi di reclusione, pena sospesa, ed al pagamento di 700 euro.

I carabinieri di Monteforte d’Alpone li seguivano da tempo e li hanno fermati l’altro ieri presentandosi alle porte della loro casa di Gambellara e chiedendo di poter perquisire la loro abitazione,

Nell’appartamento in cui i due convivono erano state installate due serre accanto al letto di una camera, con tanto di ventilazione e strumentazioni per accelerare la crescita delle piante di marijuana. Nella stanza c’erano anche attrezzature per bagnare le piante e la coltivazione delle stesse.

Le due serre fruttavano molto probabilmente un giro di spaccio notevole, considerato che in casa è stata rinvenuta anche marijuana già essiccata e suddivisa in dosi per la vendita.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1