CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.04.2017

Una nuova guida
per il Gambellara
Nicolato presidente

Silvano Nicolato.  A.F.
Silvano Nicolato. A.F.

Silvano Nicolato è il nuovo presidente del Consorzio Tutela Vini Gambellara. Nicolato, 43 anni e viticoltore e vicepresidente di Cantine Vitevis e di Confcooperative Vicenza, guiderà per i prossimi tre anni l’attività di promozione e valorizzazione della doc vulcanica vicentina che riunisce i viticoltori di Gambellara, Montebello, Montorso e Zermeghedo. Al suo fianco sono stati nominati vice presidenti Luca Framarin e Giuseppe Zonin.

Diversi e importanti gli obiettivi prefissati dal neo presidente fra cui continuare il rilancio del Gambellara classico doc, tutelare la produzione di Recioto e di Vin Santo, due eccellenze qualitative con una forte tipicità territoriale, e valorizzare il legame tra vini e prodotti agricoli dell’area.

«La zona vulcanica della doc Gambellara – afferma Nicolato – è un’area dalla lunga tradizione e dalla consolidata vocazione enologica, in cui negli ultimi anni sono stati compiuti passi importanti sul profilo della qualità e della tipicità dei vini. Sarà intensificato l’impegno per conquistare sempre più l’attenzione dei consumatori più giovani in cerca di prodotti con una spiccata personalità territoriale e promuovere la grande versatilità dei nostri vini, capaci di abbinarsi perfettamente a tavola sia con le ricette della tradizione locale sia con i piatti di nuova tendenza».

Fanno parte del nuovo Consiglio di amministrazione Mattia Cavazza, Silvano Conte, Marco Guarda, Gessica Maule, Nicola Menti, Gian Paolo Stanzial, Davide Vignato, Michele Zonin. A.F.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1