CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.12.2017

Tubature rotte a scuola Verifiche sull’impianto

Le nuove condottte installate nel plesso di via borgolecco. GUARDALe nuove condottte installate nel plesso di via borgolecco. GUARDA
Le nuove condottte installate nel plesso di via borgolecco. GUARDALe nuove condottte installate nel plesso di via borgolecco. GUARDA

Matteo Guarda Vuole vederci chiaro il sindaco di Gambellara, Michele Poli, sull’allagamento delle scuole medie e delle elementari che la settimana scorsa lo ha costretto a chiudere il plesso di via Borgolecco facendo rimanere a casa oltre 200 tra studenti, insegnanti e personale scolastico. Le cause delle copiose perdite sono state in prima battuta riscontrate nella serie di guasti verificatisi sulle condotte dell’impianto idraulico che hanno ceduto, spezzandosi e provocando la fuoriuscita dal solaio del primo piano di una decina di metri cubi d’acqua nei locali sottostanti. Sono stati più di duecento i metri delle tubature che hanno ceduto in più punti e sostituite durante i lavori affidati d’urgenza dal Comune e realizzati da giovedì e per tutto il fine settimana per far ripartire le lezioni da lunedì 18 dicembre in modo regolare. «Siamo rimasti molto sorpresi della rottura di quei tubi che invece avrebbero dovuto essere più resistenti dato che l’impianto ha una quindicina d’anni ed è stato sistemato all’epoca in cui la scuola media “Sandri” e la primaria “Vignato” sono state riprese per mano», afferma il sindaco Poli. «Un’epoca che non è per niente lontana nel tempo per la normale durata della tenuta delle tubature. Per questo - annuncia - voglio andare a fondo della questione facendo eseguire delle verifiche per capire come mai quei tubi hanno ceduto in quel modo». I costi sostenuti finora dal Comune per le riparazioni eseguite in emergenza ammontano a circa 20 mila euro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1