CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.08.2018

Bar nel mirino dei ladri Via due slot nella notte

Il buco lasciato dalle due slot machine rubate nella notte. ZORDANAllertati i carabinieri. ARCHIVIO
Il buco lasciato dalle due slot machine rubate nella notte. ZORDANAllertati i carabinieri. ARCHIVIO

Secondo furto nel breve arco di 15 giorni. A finire nel mirino dei malviventi è stato il Bar Italia di piazza Marconi a Gambellara. L’ultimo risale alla notte tra giovedì e venerdì scorso. I ladri, dopo aver forzato una finestra vicino alla porta laterale dell’esercizio pubblico sono entrati nel locale prelevando due slot machine che poi hanno caricato direttamente su un veicolo, presumibilmente un furgone. I titolari, una coppia cinese che per agevolare i clienti si fanno chiamare Elena e Massimo, si sono accorti del furto solo ieri mattina all’apertura. Due settimane prima i ladri, agendo grosso modo con le stesse modalità, erano riusciti a mettere le mani su una macchina cambia monete che conteneva circa 3.500 euro. «Non sappiamo ancora quantificare il danno patito questa notte - ha spiegato ieri Elena, che ha più dimestichezza con l’italiano rispetto al compagno - in quanto non siamo riusciti a metterci in contatto con la ditta che ci fornisce le slot. Contiamo di riuscirci in giornata in maniera da poter andare dai carabinieri, che comunque abbiamo già avvisato, per sporgere denuncia. Hanno portato via due delle cinque slot machine che abbiamo in dotazione». In caserma la coppia porterà anche il filmato registrato dalle telecamere di sicurezza installate all’interno del bar. «Una è rivolta proprio verso l’angolo - prosegue Elena - che ospita le macchinette. Dalle immagini che ho visto mi sembra che i ladri fossero in tre. Tutti avevano il viso coperto per non farsi riconoscere. Il tutto è durato pochi minuti». Un ulteriore aiuto alle indagini, come ad esempio il mezzo utilizzato per la fuga da parte dei malviventi, potrebbe essere dato dalla telecamere di videosorveglianza esterna installata nella vicina Banca Intesa San Paolo che inquadra il parcheggio di piazza Marconi. Il bar è dotato anche di un sistema d’allarme, ma ieri notte sembra non sia entrato in funzione. «Quindici giorni fa però la sirena era scattata. Anche allora sono entrati da una finestra. Hanno comunque fatto in tempo a portare via il cambia monete. Questa volta però non l’ho sentita, ma devo dire che eravamo molto stanchi (la coppia abita vicino al bar, ndr). Ho comunque trovato i fili dell’impianto d’allarme strappati, e quindi potrebbero averlo neutralizzato i ladri. Probabilmente sapevano come muoversi. Non escluso che possano essere gli stessi del colpo precedente. Hanno agito in maniera veloce e precisa». Il bar è assicurato, e quindi il danno economico sarà risarcito. Resta però la preoccupazione dopo due furti di fila subiti nel breve arco di due settimane. «Non possiamo certo dire - conclude Elena - che siamo fortunati. Adesso c’è anche un po’ di paura. Penso che con mio marito andremo a Monte Berico per rivolgere alla Madonna una preghiera di protezione come fanno i vicentini». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1