CHIUDI
CHIUDI

09.12.2018

Lite sulla strada Prende il fucile e spara al rivale

I carabinieri sono risaliti al responsabile e l’hanno denunciatoIl luogo in cui è avvenuta la sparatoria nel cuore della notte. FOTO PIEROPAN
I carabinieri sono risaliti al responsabile e l’hanno denunciatoIl luogo in cui è avvenuta la sparatoria nel cuore della notte. FOTO PIEROPAN

Un litigio culminato con un colpo di fucile. Scena da far west la scorsa notte in centro a Chiampo, fortunatamente conclusa senza feriti, i cui contorni devono ancora essere chiariti dai carabinieri che alla fine hanno denunciato un 42enne residente in vallata per porto abusivo di arma da fuoco. Da quel che è trapelato (le indagini sono ancora in corso), il tutto è stato innescato, complice probabilmente anche qualche bicchiere di troppo, da un litigio scoppiato in strada intorno alle 3.30 di ieri. Teatro dello scontro via Dal Maso, all’altezza del Bar Lucy, a un centinaio di metri dal municipio. Qui alcune persone, solo in parte al momento identificate, avrebbero avuto da ridire tra di loro. Su cosa abbia scatenato la discussione deve ancora essere fatta piena luce. Di sicuro gli animi si sono surriscaldati e sono volate parole grosse. Probabilmente le parole poi hanno lasciato il posto alle mani innescando una scaramuccia. Quel che è certo, è che uno dei contendenti ad un certo punto ha fatto rientro a casa per ripresentarsi pochi minuti dopo armato di un fucile da caccia, con il quale ha fatto fuoco mirando verso gli avversari. La distanza, e probabilmente la mano poco ferma, però ha fatto sì che la rosa sia finita fuori bersaglio tranne per un unico pallino. Al pronto soccorso infatti – da quanto hanno fatto sapere i carabinieri - si è presentata una persona riferendo di essere stata colpita di striscio: il personale medico, dopo averlo visitato, lo ha dimesso senza assegnargli alcun giorno di prognosi. Una volta esplosa la fucilata, il gruppetto di persone si è disperso, come pure lo sparatore. Qualcuno però ha dato l’allarme al 112. Si è scatenata una vasta caccia all’uomo da parte di pattuglie della locale stazione, del radiomobile di Valdagno e del nucleo operativo. Basandosi su quanto riferito da chi ha dato l’allarme, intorno alle 8 i carabinieri hanno individuato l’autore del gesto e sono andati a prelevarlo a casa. Si tratta di T.D. (rese note solo le iniziali), 42 anni, residente nella valle del Chiampo. La perquisizione domiciliare ha portato al rinvenimento del fucile da caccia, risultato intestato ad un anziano, residente allo stesso indirizzo, ma deceduto. Per questo il 42enne dovrà rispondere di possesso illegale di arma. Ieri mattina si è diffusa la notizia in via Dal Maso, ma i residenti hanno riferito di non aver udito spari. I gestori del bar sono stati sentiti dai carabinieri. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Zordan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1