CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.11.2017

Con il saio e i sandali ai piedi
Alla Pieve il ricordo dei fratini

I fratini che hanno studiato nel collegio di Chiampo fanno parte della storia del paese. PIEROPAN
I fratini che hanno studiato nel collegio di Chiampo fanno parte della storia del paese. PIEROPAN

Capelli rasati, sandali, saio, cingolo annodato in vita. Ecco i fratini del collegio della Pieve. Oggi soltanto ricordo, quasi smarrito. Tanto tempo è passato dagli anni in cui le strade erano polverose. I fratini passavano, in fila, attraverso le contrade e le stagioni. E intenerivano i cuori, con la loro genuina fede di giovinezza. Studio, preghiera, silenzio, canto, gioco. In collegio allora si andava per tante ragioni e ci si ritrovava compagni prima, poi fratelli, da terre diverse del Veneto. Quella di Chiampo diventava casa.

LA RICORRENZA. Ieri si è svolto il raduno di ex allievi del collegio. Padre Bruno Miele, storica presenza del collegio, ne ha ricostruito le tappe ricordando alcune figure, tra cui Angelico Melotto, Ignazio Beschin, Costantino Ferretto, Casimiro Moletta. Nei tempi più recenti, il leggendario fra Serafino Santolini, e P. Desiderio Sommaggio. Quest’ultimo ha reclutato ben 2500 allievi. «Una storia che continua - ha detto Padre Bruno Miele - perché qualcosa è stato donato e ognuno da protagonista attivo nella propria vita dona a sua volta».

LA STORIA. Il collegio dei fratini è storia del territorio. Sgorgato dalle offerte, dall’opera e dalla buona volontà dei chiampesi. I frati erano a Chiampo dal 1867, e già nel settembre 1876 giunsero cinque fratini dal convento del cimitero di Verona. La prima pietra del collegio venne posata nel 1880. Padre Pacifico Monza trovò i fondi e poi compose il regolamento del Collegio, inaugurato nel 1882. Il primo Rettore fu Padre Michele da Verona. Negli anni venti del ‘900, anche con l’aiuto del parroco Marchioro, venne costruita la seconda ala, ospitando fino a 160 ragazzi. Tra le curiosità, va ricordato che la grotta di fra Claudio era luogo di preghiera per i fratini. Soltanto in seguito venne aperta al pubblico. Negli anni ‘70 Padre Antonio Camponogara, ristrutturò completamente l’interno. La scuola divenne scuola media legalmente riconosciuta nel 1975, e dal 1996 media paritaria mista.

FRATINI ILLUSTRI. Padre Angelico Melotto tornò a Chiampo come Rettore e Superiore della fraternità. Fu missionario in Cina dove fu martirizzato. A lui è ancora oggi intitolata la scuola. Padre Maurizio Rosà, divenuto Arcivescovo Metropolita di Hankow. Padre Ignazio Beschin, ora venerabile. Mons. Ferrazzetta primo Vescovo della Guinea Bissau. Padre Aurelio Menin Rettore per 10 anni fu il fondatore dei musei alla Pieve.

Matteo Pieropan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1