CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.08.2018

Acqua e palestre Bollette scontate a chi taglia i consumi

L’iniziativa di Acque del Chiampo al vaglio ora del Consiglio di Bacino Sconti in bolletta per gli impianti sportivi che taglieranno i consumi d’acqua, nella foto lo stadio Dal Molin
L’iniziativa di Acque del Chiampo al vaglio ora del Consiglio di Bacino Sconti in bolletta per gli impianti sportivi che taglieranno i consumi d’acqua, nella foto lo stadio Dal Molin

Un contributo per incentivare il risparmio dell’acqua nella gestione degli impianti sportivi e un bonus per i cittadini in situazione economica difficile in caso di nuovi allacci alla rete. Il Cda di Acque del Chiampo di Arzignano, società che gestisce il ciclo idrico integrato in 10 comuni della Valchiampo, ha approvato le due delibere che attendono ora il via libera dall’assemblea e dal Consiglio di Bacino. «Considerato il bilancio in utile ed essendo ben patrimonializzati - precisa il consigliere delegato di AdC Andrea Pellizzari - possiamo sostenere iniziative di tipo sociale, utilizzando in parte anche le sanzioni degli utenti conciari, con progetti tesi alla riduzione degli sprechi». Un bilancio che nel 2017 ha registrato un valore della produzione di 47 milioni 685mila euro con un utile pari a 2 milioni 125mila, integralmente destinato ad incremento delle riserve del patrimonio netto della società di oltre 51milioni 536mila euro. Il primo provvedimento è stato pensato a favore degli utenti/gestori di impianti sportivi pubblici e privati che nel 2018 si attiveranno per ottenere un risparmio nei consumi dell’acqua per uso irriguo e sanitario. «Valutiamo la media dell’acqua usata nel 2016 e 2017 - continua Pellizzari - e concediamo una sorta di premio in bolletta in funzione degli effettivi metri cubi risparmiati nel 2018. Abbiamo messo a disposizione 25mila euro. Lo scopo è sensibilizzare all’uso responsabile della risorsa idrica. Penso ai campi da calcio, da tennis, agli altri impianti sportivi. E all’utilizzo dell’acqua non solo per fine irriguo, ma anche sanitario-igienico e quindi doccia e pulizie. A volte si tende a tenere il rubinetto aperto, a non fare attenzione». Le utenze interessate dovranno presentare domanda entro il 30 novembre. «Ogni iniziativa che possa essere di aiuto a ridurre i costi è positiva - dice Francesco Reginato, presidente del Circolo tennis Arzignano - visto che ci sosteniamo con i soci. Lo scorso anno, considerando che siamo entrati in possesso degli spogliatoi a giugno, abbiamo speso circa 1.700 euro di bollette dell’acqua. I campi vanno comunque irrigati ma si possono sensibilizzare gli utilizzatori della struttura». Il secondo bonus invece è riferito ad allacciamenti nuovi, o sostituzioni degli esistenti, alla rete idrica. «Su segnalazione del Comune di riferimento, se l’intervento è a carico di una famiglia in difficoltà, la spesa di manutenzione o sostituzione verrà praticamente suddivisa tra privato, Amministrazione e Acque del Chiampo», conclude Pellizzari. «Sono due iniziative positive - aggiunge il presidente del Consiglio di Bacino Giorgio Gentilin - un buon incentivo alla riduzione dei consumi, ora dovranno passare al vaglio del Consiglio». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luisa Nicoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1