CHIUDI
CHIUDI

10.02.2019

L’Ipab allarga gli spazi Nuova ala completata

Anche il vescovo Pizziol, secondo da sinistra, all’inaugurazione.  F.B.
Anche il vescovo Pizziol, secondo da sinistra, all’inaugurazione. F.B.

A otto anni di distanza dall’apertura del primo piano, la nuova ala della casa di riposo “Michelazzo” ha visto il completamento anche del secondo piano per complessivi 44 posti letto. L’inaugurazione è avvenuta venerdì in occasione della visita pastorale del vescovo Beniamino Pizziol. L’ampliamento avviato nel 2009 per una spesa di 2.175.000 euro è stato finanziato dall’Ipab con un mutuo di 1,1 milioni, 200 mila euro dalla vendita di terreni, un contributo di 350 mila euro della Fondazione Cariverona e uno regionale di 469 mila euro. «Un importante intervento che migliora una struttura da 65 anni punti di riferimento sociale del paese» sottolinea Antonio Faedo, presidente dell’Ipab, auspicando «maggior attenzione verso le persone più deboli» e ringraziando «dipendenti e volontari che operano con dedizione e amore con gli anziani». «È il coronamento di un sogno che garantisce maggior qualità del servizio per ospiti e operatori e arricchisce l’ente con servizi verso l’esterno» aggiunge il sindaco Flavio Caoduro elogiando il lavoro svolto dal Cda. La struttura è in grado di ospitare 66 non autosufficienti e 46 autosufficienti. «È gestita con impegno e passione, va difesa e ampliata nei servizi per fronteggiare il rischio di abbandono sul territorio dell’anzianità», l’auspicio del dg dell’Ulss 8 Giovanni Pavesi. «Una risposta alla solitudine», ha aggiunto il vescovo Pizziol la cui visita è stata rallegrata dal coro “Xè mejo cantare” di Villaga con donazione di una scultura lignea dell’artista Serafino Zulian ospite dell’ Ipab. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

F.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1