CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.10.2017

Le tecniche di analisi
prese a modello
dall’istituto di sanità

Il laboratorio allestito per i Pfas da Acque del Chiampo. ARCHIVIO
Il laboratorio allestito per i Pfas da Acque del Chiampo. ARCHIVIO

Il laboratorio attrezzato di Acque del Chiampo ad Arzignano allestito quattro anni fa per affrontare l’emergenza perfluori alchilici e per monitorare e individuare l’eventuale presenza di sostanze inquinanti nella risorsa idrica è diventato una sorta di modello per metodologie ed efficienza nella veridicità e accuratezza delle analisi. La struttura ha richiesto investimenti importanti, sostenuti dalla società che gestisce il ciclo idrico integrato, di 180 mila euro nel 2013 per la prima strumentazione e di altri 180 mila per l’implementazione delle attrezzature due anni fa, ma consulenti e responsabili sono stati chiamati in università a Milano e ai tavoli tecnici dell’Istituto Superiore di Sanità per le competenze acquisite. «Abbiamo portato la nostra esperienza sulle metodologie e sugli automatismi adottati - spiega il responsabile di laboratorio Massimo Fant - che ci consentono di effettuare un notevole numero di analisi garantendo la veridicità e la precisione dei dati». La sperimentazione comunque continua nel valutare le soluzioni migliori per individuare eventuali altri inquinanti. L.N.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il 17 dicembre si voterà per la fusione di Barbarano e Mossano. Sei d'accordo di creare un unico Comune?
ok