CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.12.2018

«Canile lager Stop licenza all’ex leader dei cacciatori»

«Finalmente siamo arrivati a una sentenza di condanna, ma la prescrizione di un altro reato l’ha salvato da una pena più pesante». Così i consiglieri dell’Intergruppo per il benessere e la conservazione degli animali e della natura in Consiglio regionale del Veneto Andrea Zanoni (Pd), Cristina Guarda (Amp) e Patrizia Bartelle (Misto) commentano i sei mesi per maltrattamento di animali aggravata dalla morte di un cucciolo di setter, inflitti dal tribunale all’ex vicepresidente dell’Associazione cacciatori veneti di Orgiano, Franco Marini, difeso dall’avvocato, e sindaco di Lonigo, Luca Restello», come si legge nella nota diffusa dai tre consiglieri. Le indagini erano partite nel 2013 dopo una denuncia dell’Enpa per una struttura a Orgiano dove vivevano in condizioni di assoluto degrado 15 cani, legati a una catena e lasciati senza cibo, e venticinque uccelli. «Un vero e proprio canile-lager. Al proprietario era stata contestata anche una violazione della legge sulla caccia. Purtroppo per i tempi lunghi della giustizia italiana il reato è andato in prescrizione. Ci auguriamo che la questura, dopo questa condanna, provveda a sospendere o, meglio, revocare, la licenza di caccia». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1