CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.10.2017

Un dipinto murale celebrativo
per salutare i ragazzi Erasmus

Il benvenuto del primo cittadino ai 40 ragazzi del progetto Erasmus
Il benvenuto del primo cittadino ai 40 ragazzi del progetto Erasmus

Un grande affresco dipinto sul muro della piscina resta a ricordo del periodo di studio trascorso ad Alonte dai ragazzi del progetto Erasmus. Quaranta studenti universitari, provenienti da Ungheria, Repubblica Ceca, Grecia, Portogallo e Italia, hanno vissuto in stretto contatto per una settimana socializzando, studiando, esplorando il territorio e producendo il colorato murale che rappresenta il loro dono al paese che li ha ospitati. Durante il soggiorno gli studenti stranieri sono stati ospitati nei locali del seminario Antoniano dei frati di Lonigo. «Gli ospiti si sono trovati bene da noi – spiega una delle ragazze italiane che ha partecipato al progetto di scambio - hanno apprezzato la bellezza dei colli e l’accoglienza ricevuta ad Alonte e a Lonigo, dove si sono recati nel tempo libero. L’attività didattica era di tipo non formale e si è concentrata attorno alle realizzazione dell’affresco murale».

Coordinatore del campus è stato il presidente della cooperativa di Cornedo “Studio Progetto”, Andrea Rilievo. L’artista friulano Mattia Campo Dall’Orto ha seguito e coordinato il lavoro dei ragazzi per la realizzazione del dipinto murale.

«Entrambi sono stati molto bravi a coinvolgerci nelle diverse iniziative svolte durante il corso – aggiunge un’altra ragazza – Abbiamo formato dei gruppi misti di discussione che si sono rivelati molto utili per conoscerci tra di noi e apprendere varie notizie sui diversi paesi di provenienza. Agli ospiti è piaciuto molto scoprire la nostra realtà, hanno frequentato i bar e le pizzerie dei dintorni, visitato le cantine e fatto delle passeggiate sui colli, qualcuno è andato da barbiere, qualcun altro al cinema e in discoteca Nel giorno libero sono andati in visita nei luoghi turistici più vicini, molti a Venezia, altri sul lago di Garda, a Verona e a Bologna».

La composizione eterogenea della compagnia ha inevitabilmente provocato la nascita di qualche flirt, ma su questo argomento le ragazze, pur confermando, preferiscono non entrare nei dettagli e restano decisamente sul vago.

Prima del commiato, è stata organizzata una festa alla cantina “Cà Rovere” con scambi di saluti commossi e di indirizzi per proseguire la corrispondenza.

«Per i prossimi anni – conclude Enrico Ambrosini – sappiamo dove andare in vacanza».

Lino Zonin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il 17 dicembre si voterà per la fusione di Barbarano e Mossano. Sei d'accordo di creare un unico Comune?
ok