CHIUDI
CHIUDI

12.02.2019

Blitz antidroga
Due espulsi
e 30 identificati

Una volante della polizia di Stato
Una volante della polizia di Stato

LONIGO. Maxi operazione congiunta della polizia di Stato di Vicenza e della polizia locale intercomunale di Lonigo. Nel corso del pomeriggio di ieri le forze dell'ordine hanno preso parte ad un controllo straordinario della città: sono stati impiegati complessivamente 10 poliziotti della questura, 3 equipaggi del reparto prevenzione crimine “Veneto” della polizia di Stato e agenti del corpo di polizia locale. Le attività di controllo si sono concentrate in diverse zone dove si verificano fenomeni di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

Sono, quindi, stati controllati oltre 700 veicoli e identificate 30 persone, 11 delle quali con precedenti di polizia. Di questi, un cittadino di origine marocchina, E.C.S. di anni 32, senza fissa dimora, dedito alla commissione di reati contro la persona, contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti che aveva destato l’allarme della comunità, è stato messo a disposizione dell’ufficio immigrazione e accompagnato dai poliziotti della questura di Vicenza al Centro per il rimpatrio di Torino nella serata di ieri.

 

Inoltre, E.E.M., cittadino marocchino di 31 anni, da poche settimane scarcerato dopo aver espiato una condanna per reati inerenti gli stupefacenti, e anch’esso senza fissa dimora, dedito alla commissione di reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, è stato accompagnato dai poliziotti della questura di Vicenza all’aeroporto di Bologna dove è stato imbarcato su un aereo diretto in Marocco, in esecuzione del provvedimento di espulsione emesso dal prefetto di Vicenza su richiesta del questore di Vicenza. All'accompagnamento di E.E.M. all'aeroporto di Bologna hanno concorso anche agenti del Corpo intercomunale della polizia locale di Lonigo

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1