Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
venerdì, 23 febbraio 2018

Cancellati i confini Il nuovo Comune vola con 2mila voti

L’ingresso del municipio di Barbarano (BATCH)

Emilio Garon Gli abitanti di Barbarano e di Mossano vogliono la fusione dei due comuni, è nato il comune di Barbarano Mossano. Niente sorprese dalle urne nel referendum consultivo. Chiamati a votare erano 1.515 elettori di Mossano e 3.588 di Barbarano. I votanti sono stati in totale 763 (50,69%) per Mossano e 1.357 per Barbarano (37,82%). Globalmente oltre duemila persone hanno espresso parere favorevole, una percentuale che supera il 70%. In dettaglio i favorevoli sono stati 1.285 (94,69 %) a Barbarano e 594 (77,8 %) a Mossano. La Regione considera comunque il dato aggregato globale per considerare valida la consultazione. «Siamo soddisfatti - ci dice Giorgio Fracasso, sindaco di Mossano -. Anche se tutte le componenti sociali e politiche erano favorevoli, covava un certo fronte del No anonimo e scettico». C’era timore per un marcato astensionismo, ma i votanti hanno superato le previsioni. «Mi auguravo - dice Cristiano Pretto, sindaco di Barbarano - una forte partecipazione per una scelta storica». A breve sarà convocato l’ultimo consiglio comunale, poi gli atti saranno trasmessi in Regione. L’iter ora prevede lo scioglimento dei due comuni e la nomina di un commissario prefettizio che amministrerà, con la collaborazione dei due ex-sindaci, fino alle elezioni previste in primavera. Il comune Barbarano Mossano (nome scelto da un sondaggio popolare) avrà una popolazione di circa 6.400 abitanti in un territorio di 38 chilometri quadrati. Sono previsti contributi statali straordinari al nuovo ente per 650 mila euro l’anno, oltre a 473 mila euro di fondi regionali in tre anni. «È stata - concordano i due sindaci – una scelta consapevole e lungimirante, ora ne ricaveremo i giusti frutti». • © RIPRODUZIONE RISERVATA