Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
17 settembre 2014

Ultima Ora

Chiudi

18.03.2014

Alex, divorato dal batterio killer
Perde le due gambe e un braccio

Alex Lewis, nel letto d'ospedale dove è stato ricoverato per colpa di un batterio killer che l'ha divorato
Alex Lewis, nel letto d'ospedale dove è stato ricoverato per colpa di un batterio killer che l'ha divorato
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

STOCKBRIDGE. Quello che sembrava un banale raffreddore si è trasformato in un batterio killer che lo sta letteralmente divorando e che ha rischiato di ucciderlo. E' la storia incredibile di Alex Lewis, un giovane di 34 anni, padre di Sam, un bimbo di tre anni e appassionato golfista. L'uomo nel novembre scorso si ammala di raffreddore, dopo qualche tempo vedendo che non guarisce e anzi, che la malattia si aggrava si fa ricoverare in ospedale dove i medici del Royal County Hospital, a Winchester emettono il terribile verdetto: l'uomo ha contratto un'infezione del sangue a causa di un batterio solitamente innocuo, lo streptococco. Ma quando l'infezione si trasforma in setticemia la situzione diventa drammatica, il batterio inizia a divorare Alex che in pochi mesi perde entrambe le gambe e un braccio, oltre a danni devastanti alla pelle, al viso. Tutta colpa di questo carnivoro bug. I medici lo avvertono che ha soltanto il 3 per cento di possibilità di sopravvivenza. Parlando dal suo letto d'ospedale Alex Lewis ha ricordato come andò a letto presto quella notte di novembre con una sensazione di malessere: "Mi risvegliai alle 2 del mattino e mi accorsi che c'era sangue nelle urine, la pelle era diventata viola, gli occhi dilatati. Alla fine sono sopravvissuto e spero un giorno di camminare di nuovo su protesi alla "Blade Runner". In un modo strano è la cosa più incredibile che abbia mai vissuto".

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (0)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

Il meteo

Vicenza

Viaggio in redazione

Tendenze su Twitter

Facebook

Twitter

Sondaggio

Tavecchio è stato eletto presidente della Federcalcio. Scelta conservativa o innovativa?
ok