Alluvione, pasticcio rimborsi
Più di 400 devono restituire soldi

A DUE ANNI DALL'ALLUVIONE. La beffa: il commissario busserà da chi ha ricevuto acconti superiori alle spese sostenute. 1.200 vicentini hanno già avuto l'indennizzo totale.
01/11/2012
Zoom Foto
Pasticcio rimborsi Più di 400 devono restituire dei soldi

VICENZA. Due anni fa Vicenza annaspava nel fango. Case e aziende invase dall'acqua, danni per milioni di euro. L'alluvione fu uno choc, il day after un trauma che per alcuni non è ancora passato. Oggi a piangere, per qualche centinaio di famiglie e imprese, sono i conti. Da un lato, ed è il bicchiere mezzo pieno, il Comune ha completato l'iter per la liquidazione dei rimborsi (acconto e saldo) per circa 1.200 privati: che ciò sia avvenuto in appena 24 mesi è un record nella storia dei disastri di questo Paese. Dall'altro lato però, ed è il bicchiere mezzo vuoto, altri vicentini si trovano con la prospettiva di dover restituire parte degli acconti ottenuti nei primi mesi dopo l'alluvione: sono 433 casi, di cui 376 famiglie e 57 aziende.
Tutti i particolari nel Giornale in edicola.

Marco Scorzato




commenti - 8

  • 01
pagine
2
di
15
pagine
2
di
15
  • 01

partecipa. inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.