Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 ottobre 2014

Veneto

Chiudi

30.09.2012

Virus West Nile: è allerta «Comuni, disinfestate»

REGIONE PREOCCUPATA. Lettera ai sindaci: «Il problema è rilevante»
In Veneto sono saliti a 41 i casi di persone infette Palù: «Il contagio è dovuto soprattutto alle zanzare»

Il prof. Giorgio Palù
Il prof. Giorgio Palù
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

Ormai nel Veneto è diventata un'epidemia. Mai tanti casi di West Nile come negli ultimi due mesi. L'infezione non tende a frenare. Il direttore del laboratorio di microbiologia dell'università di Padova Giorgio Palù lancia l'allarme. La Regione interviene. Oggi siamo già a 41 persone infette. Dal 7 settembre 22 in più. Un'autentica escalation infettiva. Dei casi confermati dai sofisticati esami del laboratorio padovano, uno dei più avanzati in Europa, il report segnala 19 sindromi neuro invasive, vale a dire meningoencefaliti, le più pericolose perché possono innescare una serie di complicazioni fino alla morte, 12 febbri da West Nile, 10 donatori di sangue positivi. Interessati soprattutto i territori delle Ulss di San Donà e Mirano, poi Treviso, Venezia, Cittadella. Ancora più colpite le zone di Jesolo, Eraclea, Concordia Sagittaria, San Stino di Livenza, Portogruaro. Mira, Spinea. In provincia di Vicenza 2 casi nel Bassanese (una donna di 54 anni di Mason e un uomo di 53 anni di Cartigliano) e 1 caso ad Altavilla (un giovane di 18 anni). I serbatoi della febbre del Nilo occidentale sono gli uccelli migratori e gli animali domestici ma il vettore è la comune zanzara Culex pipiens. Sono le sue punture a trasmettere, all'imbrunire e all'alba, l'infezione, che nell'80 per cento dei casi non produce alcuna conseguenza, ma nel 20 per cento causa febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati, macchie alla pelle. È l'1% di questi pazienti, 1 su 150, a correre i rischi maggiori, fino alla paralisi, al coma. Per 1 persona su mille l'esito è letale. Insomma nel Veneto esiste un'endemia della West Nile. Il prof. Giorgio Palù, virologo di fama internazionale che da anni è chiamato ad accertare con il suo laboratorio i casi sospetti in collegamento con Istituto Zooprofilattico delle Venezie, Regione e Ministero della salute, spiega: «L'estate caldissima e ora le piogge hanno creato l'habitat ideale per la moltiplicazione delle zanzare, per cui il virus è comparso già ai primi di luglio. Ci sono parecchie analogie con l'infezione verificatasi negli Usa, la più grave dal 2005, dove l'estate è stata ugualmente secca e afosa». Il ceppo isolato è il “clade genotipo Livenza”, identico a quello sequenziato nel 2011 su un paziente residente nei pressi del fiume omonimo, segno del fatto che il virus lo scorso inverno è rimasto annidato nelle larve delle zanzare all'interno dei tombinie nelle acque stagnanti. Il prof. Palù con il suo gruppo sta studiando la patogenesi della malattia e la virulenza sui topi per sviluppare nuovi farmaci e produrre un vaccino, ma intanto «é necessaria la disinfestazione, perché dove viene fatta l'infezione scompare». Dal 2006 una delibera regionale attribuiva questo compito solo ai Comuni, ma ora è un'emergenza, e la Regione cambia strategia. Con una nota urgente spedita ai direttori generali delle Ulss 9, 10, 18, 19, il segretario della sanità Domenico Mantoan chiede di procedere a una disinfestazione straordinaria nei Comuni interessati. «Il problema - scrive - ha assunto una rilevanza sanitaria importante». La spesa verrà rimborsata dalla Regione, che ora sta preparando un provvedimento che prevede dal 2013 uno speciale piano di controllo e lotta.

Franco Pepe
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (0)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

Il meteo

Vicenza

Dove andiamo questa sera

Teatro
Jesus
liberamente tratto dai Vangeli di Valeria Raimondi e ...
Teatro
Jesus
liberamente tratto dai Vangeli di Valeria Raimondi e ...
Incontri
Convegno Pubblico: La Mediazione Familiare All'interno Dei Conflitti Di Coppia
Il allegato il volantino di un convegno pubblico ...

Viaggio in redazione

Tendenze su Twitter

Facebook

Twitter

Sondaggio

Bufera su Alfano per il no alla registrazione delle nozze gay all'estero
Bufera su Alfano per il no alla registrazione delle nozze gay all'estero
ok