Niente Imu sulla casa in uso ai figli È equiparata alla prima abitazione

15/12/2013

Le abitazioni concesse in comodato d'uso ai figli o ai genitori sono equiparate alle prima casa. E quindi non dovranno versare la seconda rata dell'Imu, dopo la decisione del Governo di cancellare il pagamento di dicembre sull'abitazione principale al 4 per mille. La delibera è stata approvata dal Consiglio comunale e consente di annullare la seconda rata dell'imposta dovuta anche per queste situazioni.
«In un periodo in cui il lavoro per molti è diventato una chimera, l'economia è ferma e le famiglie sono in difficoltà, diventa imperativo sfruttare tutti gli spiragli che lo Stato ci consente - ha detto l'assessore al bilancio Giancarlo Rigoni -. Noi non abbiamo aumentato in alcun modo la tassazione locale e abbiamo cercato di pareggiare i conti con maggiori entrate e tagli di spesa. E ora, dopo aver mantenuto al 4 per mille l'aliquota Imu sulla prima casa, abbiamo equiparato alla stessa le abitazioni cedute in comodato d'uso gratuito a figli o genitori».
A Sovizzo però, per non creare disequilibri di bilancio, si è deciso di fissare un limite Isee di reddito a cui concedere l'agevolazione e così, dopo una discussione in Consiglio e una prima proposta di fissarlo a 15mila euro, minoranza e maggioranza hanno trovato l'accordo sull'importo di 20mila euro proposto dal gruppo consiliare "Cittadini in Comune - Sovizzo Libera", con il provvedimento approvato quindi all'unanimità.
L'assestamento di bilancio è invece passato con i voti della maggioranza. «Abbiamo dovuto affrontare un taglio dallo Stato di 190mila euro tra fondo di solidarietà e spending review - ha spiegato il sindaco Marilisa Munari - così alcune opere, come l'ultimo stralcio di intervento all'ex municipio di via 4 Novembre, sono rinviate al 2014». «Quello che stiamo discutendo è un assestamento sul bilancio di previsione, conseguente a scelte politiche, che noi non abbiamo condiviso - ha detto il capogruppo di Sovizzo Libera Massimiliano Cracco - vedi l'aumento della tassazione Irpef, considerata la situazione economica delle famiglie. Per questo il nostro voto è contrario». L.N.


© RIPRODUZIONE RISERVATA




commenti

partecipa. inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.