Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
Cerca

lunedì, 22 dicembre 2014

Chiudi

04.06.2012

Vicenza, terremoto torna la paura
Il sindaco: "Controllate le case"
Scuole aperte, controlli tutto ok
Anche l'istituto Calderari è sicuro

SCUOLE, TERMINATI I CONTROLLI, TUTTO OK. Qualche problema soltanto alle Calderari.

Caricamento in corso ...
Terremoto, sopralluogo agli edifici 2
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenti 48

Vicenza. ORE 19:44. RIAPERTA LA MENSA. Risolto il problema che fino a questo pomeriggio rendeva inagibile il locale della mensa della scuola primaria Prati. Domani pertanto il locale sarà aperto e utilizzabile dagli alunni.

ORE 18:36. L'ISTITUTO CALDERARI E' SICURO. Sospiro di sollievo in Comune, anche l'istituto Calderari è in regola. Il dirigente comunale del settore Lavori pubblici Giovanni Fichera ha confermato l’esito del sopralluogo effettuato questa mattina dai tecnici comunali alla scuola media Calderari di via Legione Antonini 186: l’edificio scolastico è sicuro. La comunicazione è stata mandata formalmente anche al dirigente scolastico.

ORE 18:13. IL SINDACO INVITA A CONTROLLARE LE CASE. Un avviso alla popolazione è stato firmato questo pomeriggio dal sindaco Achille Variati e pubblicato in Primo Piano sul sito www.comune.vicenza.it per invitare i privati a controllare e monitorare gli edifici di proprietà che si affacciano sulle vie pubbliche, sia in centro che in periferia.
“L’avviso - precisa il sindaco Achille Variati - ha anche la funzione di ricordare e chiarire ai privati le loro responsabilità previste dalla legge, che hanno conseguenze civili e penali per chi dovesse trascurare la manutenzione e la cura del proprio immobile arrecando danno a cose o persone. Non è quindi questo il momento per sottovalutare i problemi, specie in caso di edifici datati. Se serve, anzi, meglio incaricare dei professionisti, ovviamente a proprie spese. L’eventuale fragilità di cornicioni, fregi, stucchi e sporgenze in genere è infatti in questi giorni accentuata da due fattori: le continue scosse sismiche in una città d’arte come la nostra e con edifici di una certa vetustà e l’annunciata allerta meteorologica per piogge intense. L’avviso si aggiunge quindi alle specifiche ordinanze che il settore edilizia privata del Comune emette nei confronti dei proprietari in caso di documentate ragioni di pericolo. Come stiamo facendo noi per gli stabili comunali, infatti – ha sottolineato il sindaco –, così devono fare i privati”.
L’avviso pubblico specifica inoltre che il privato che dovesse riscontrare una situazione di pericolo dovrà provvedere in proprio a rimuovere le parti instabili, a segnalare sul posto la situazione di pericolo e, in caso di particolari difficoltà ad agire, a dare immediato avviso al Comune tramite il centralino del Comando della polizia locale (0444 545311).
Proprio stamattina, quale probabile conseguenza del terremoto - e fortunatamente senza causare danni a persone -, dalla facciata di un palazzo di corso Palladio è caduta una lastra di rivestimento. Anche per questo il sindaco ha dato disposizione ai tecnici di effettuare sopralluoghi alla situazione di tetti, tegole, grondaie e cornicioni degli stabili comunali già a partire da questo pomeriggio.
Nel frattempo, e in attesa di approfondimenti, rimane chiusa l’area destinata a parcheggio sottostante il cavalcavia Ferreto de Ferreti.



ORE 16:47. SCUOLE, CONCLUSO SOPRALLUOGO TUTTE APERTE. Terremoto: questa mattina nessun problema strutturale in nessuna scuola comunale e lezioni regolari in tutte le scuole. Tranne alle medie Calderari, dove, nonostante il via libera dato dai tecnici comunali al termine della loro verifica, la grande maggioranza degli alunni non è entrata in aula ed è stata riaccompagnata a casa dai genitori. Quando infatti i tecnici sono giunti alla Calderari tra le 8.30 e le 9 per il sopralluogo disposto dal sindaco in tutti gli edifici scolastici, gli alunni stavano già allontanandosi dalla scuola. Il sindaco Achille Variati ha informato oggi pomeriggio dell’accaduto il provveditore agli studi Franco Venturella, pregandolo di approfondire la dinamica dei fatti.
Dopo l’ultima scossa di terremoto avvertita chiaramente anche a Vicenza ieri sera dopo le 21, il sindaco aveva dato disposizione perché i tecnici comunali di nuovo, stamattina, prima dell’inizio delle lezioni, verificassero l’agibilità di tutti gli edifici scolastici. A partire dalle 7.30 quindi una decina di squadre comunali, cui si sono aggiunte due squadre di Aim Valore Città, hanno controllato i locali degli edifici scolastici, tenendo nel frattempo gli alunni fuori dalla aule. L’esito dei controlli non ha comunque dato una situazione cambiata rispetto alla scorsa settimana: sono sempre 16 infatti le scuole dove ci sono alcuni problemi, ma in nessun caso strutturali e dunque tali da dichiarare inagibili gli immobili. In particolare, ad oggi sono stati isolati, in attesa di ulteriori verifiche, alcuni locali alla Calderari (due aule e la centrale termica), alla Giuriolo (un paio d’aule, un corridoio e lo scantinato), alla Prati (mensa), alla 2 Giugno (aula magna e due locali), alla Da Feltre (segreteria) e alla Malfermoni (parte di un locale).


ORE 12:03. Nonostante l'agibilità dell'istituto, problemi di lezione alla scuola media Calderari, in Santa Bertilla, dove a seguito della scossa di ieri sera si è aperta una crepa sulla facciata. Molti gli studenti che se ne sono tornati a casa accompagnati dai genitori. Chiusi i bagni al piano secondo.

ORE 11:40. Il sindaco di Vicenza, Achille Variati e l'assessore alla Protezione civile, Pierangelo Cangini, a seguito della scossa di ieri sera di magnitudo 5.1 hanno convocato per le 12:30 una conferenza stampa in municipio per fare il punto della situazione degli edifici pubblici in città.

ORE 10:52. Una scossa anche questa mattina meno forte di quella di ieri sera, ma pur sempre di magnitudo 2.5, ma a bassa profondità soltanto 2,6 chilometri, sufficiente per essere percepita anche a Vicenza.

ORE 10:28. Proseguono i sopralluoghi dei tecnici comunali e della Provincia agli istituti scolastici cittadini e agli edifici pubblici. Al momento nulla di particolare da segnalare anche se ci sarebbe una scuola che presenta una brutta crepa sulla facciata principale.

ORE 9:52. Si è aperta una nuova giornata, quella del lutto nazionale, nelle zone dell’Emilia colpite dal terremoto e nuovamente provate dalla forte scossa, di magnitudo 5.1, registrata alle 21.21 di ieri. Ed è stata un’altra lunga
notte di paura e di attesa nelle tendopoli e nelle strutture allestite per accogliere gli sfollati. Molti hanno invece preferito passare la notte all’aperto, chi in auto, chi in camper, qualcuno ha scandito le ore girando in bici. Oggi scuole chiuse tra il Modenese e il Mantovano.

ORE 7:30. La terra continua a tremare e la paura torna nelle case dei vicentini, una nuova scossa si è sentita forte ieri dopo le 21 e subito sono scattate le telefonate al numero dei Vigili del fuoco per chiedere conferme, spiegazioni o un semplice conforto. I primi però a telefonarsi sono stati gli amministratori a cominciare dal sindaco Achille Variati, Pierangelo Cangini, assessore comunale alla protezione civile e Nereo Galvanin, assessore all'edilizia scolastica della Provincia. E proprio quest'ultimo ha spiegato a caldo che da oggi ricominceranno le verifiche statiche agli istituti scolastici di competenza di palazzo Nievo.  «Un lavoro, fatto insieme all'ordine degli ingegneri - commenta Galvanin - che peraltro non si è mai interrotto, visto il susseguirsi di scosse». Ha passato il secondo tempo della partita con l'Empoli al telefono, il sindaco Achille Variati, che dalla tribuna del Menti ha disposto che oggi le scuole rimarranno aperte. Verrà fatta però una verifica a vista in ogni scuola prima dell'ingresso degli alunni, è quindi possibile che ci sia qualche ritardo nell'ingresso. «Non abbiamo segnalazioni di problemi - ha spiegato il sindaco - o danni in città, ma stiamo monitorando la situazione». In serata sono stati avvisati tutti i presidi della città che oggi insieme ai tecnici comunali, attivi già dalle 7,30, controlleranno la situazione delle aule a partire da quelle che nei giorni scorsi avevano dato qualche preoccupazione. Ma ieri sera molti, anche in città, hanno avvertito la scossa e sono corsi in strada. Subito dopo, ad essere presi di mira, sono stati i centralini di vigili del fuoco e Suem.  Da parte della polizia locale sono scattati controlli preventivi: dal comando di via Soccorso Soccorsetto sono immediatamente partite alcune pattuglie per effettuare controlli, soprattutto nelle vie del centro, dove ci sono gli edifici più antichi e quindi più a rischio. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire solo per delle verifiche in una casa di via Baracca e in altre tre abitazioni ma senza riscontrare gravi problemi. Nella giornata di ieri sono state decine e decine le scosse nella Pianura Padana. Le località prossime all'epicentro sono Novi di Modena, San Possidonio e Concordia. Secondo i rilievi registrati dall'Istituto Nazionale di Geofisicae Vulcanologia l'evento sismico è stato di magnitudo 5.1.  

Eugenio Marzotto e Claudia Milani
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Correlati

Articoli da leggere

Commenti (48)

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (48)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

    pagine 1 di

Il meteo

Vicenza

Dove andiamo questa sera

Concerti
Stelle Di Danza - Gala' Di Natale Scuola di Danza San Bassiano
STELLE DI DANZA - GALA' DI NATALE Scuola ...
Cultura
Riunione del Consiglio Comunale
Il Presidente del Consiglio Comunale avverte che il ...
Incontri
Incontri di gioco libero con l'associazione Artefici del Fuoco
Luogo : CentroGiovani presso InformaGiovani di Montecchio Maggiore. ...

Viaggio in redazione

Tendenze su Twitter

Facebook

Twitter

Sondaggio

A Natale pranzate a casa o al ristorante?
Il cappone natalizio
ok

VICENZA SEGNALA

Immondizia in via Tornieri
Rifiuto selvaggio
La buca posacenere
Rifiuto selvaggio
Degrado in via Maurisio
Rifiuto selvaggio