Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
20 dicembre 2014

Cultura

Chiudi

18.01.2014

I grandi fotografi della Magnum ed i loro “provini”

Uno spaccato di storia del '900 Ingresso gratuito, molti gli eventi

Margaret Thatcher, una delle foto Magnum  con i relativi provini
Margaret Thatcher, una delle foto Magnum con i relativi provini
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

“Magnum Contact Sheets” è la mostra visitabile fino all'11 maggio alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, il polo museale di Intesa Sanpaolo a Vicenza. Nato dalla co-produzione di Magnum Photos e Forte di Bard, Aosta, il percorso espositivo approda ora a Vicenza grazie ad Intesa Sanpaolo.
SETTE SEZIONI. La mostra è suddivisa in sette sezioni, una per ogni decennio dell'agenzia fotografica Magnum, e presenta circa 150 opere: 60 i provini a contatto (contact sheets), esposti ciascuno accanto ai propri “scatti finali”, in un percorso studiato per rappresentare le fasi cruciali della creazione artistica dell'immagine e per ripercorrere, attraverso le sue tappe più significative, quasi un secolo di storia della fotografia mondiale. Lo sbarco in Normandia di Robert Capa, il 1968 a Parigi di Bruno Barbey, l'invasione di Praga di Josef Koudelka, i carri armati in piazza Tienanmen di Stuart Franklin e l'11 settembre di Thomas Hoepker sono soltanto alcuni degli scatti a disposizione del pubblico di Palazzo Leoni Montanari. Nelle sale delle Gallerie sono esposti i ritratti degli uomini e delle donne che hanno fatto la storia dell'ultimo secolo: dai primi piani di Che Guevara realizzati da René Burri al ritratto di Malcolm X “fermato” nel tempo da Eve Arnold, da Martin Luther King di Leonard Freed a Margaret Thatcher nel pieno della sua ascesa politica e ritratta dalla fotografia di Peter Marlow. Le opere sono accompagnate da articoli, libri e riviste vintage e in copia originale che fecero da supporto per la prima pubblicazione delle immagini. Chiudono il percorso le video-interviste ad Alex Majoli, Paolo Pellegrin e Jerôme Sessini, tre fotoreporter Magnum della nuova generazione che raccontano le foto nei giorni del digitale.
Il progetto Magnum Contact Sheets pone al centro del percorso espositivo il provino a contatto quale riferimento per l'esplorazione del processo creativo. Percorrendo la mostra il visitatore ripercorre a sua volta, con totale coinvolgimento, i passi che hanno portato alla realizzazione di alcune delle più famose icone fotografiche di tutti i tempi: il fotografo scatta più volte, sviluppa il proprio supporto, sceglie un'istantanea fra tante, elabora l'immagine con cui vuole comunicare al mondo e alla fine crea. La mostra Magnum Contact Sheets è a ingresso libero; le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari sono aperte dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18.
EVENTI. Sono previste visite guidate gratuite ogni sabato alle 16.30. Un percorso didattico è proposto alle scuole elementari e medie, uno per le famiglie. Workshop fotografici sono proposti con Marco Zorzanello per cinque sabati (ore 10, 4 ore) dal 22 gennaio o dal 22 marzo su ritratto, paesaggio, street photography, notturno, arti figurative. Info www.gallerieditalia.com

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (0)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

Il meteo

Vicenza

Dove andiamo questa sera

Viaggio in redazione

Tendenze su Twitter

Facebook

Twitter

Sondaggio

A Natale pranzate a casa o al ristorante?
Il cappone natalizio
ok