Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 luglio 2014

Cultura

Chiudi

18.01.2014

I grandi fotografi della Magnum ed i loro “provini”

Uno spaccato di storia del '900 Ingresso gratuito, molti gli eventi

Margaret Thatcher, una delle foto Magnum  con i relativi provini
Margaret Thatcher, una delle foto Magnum con i relativi provini
  • Aumenta
  • Diminuisci
  • Stampa
  • Invia
  • Commenta

“Magnum Contact Sheets” è la mostra visitabile fino all'11 maggio alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, il polo museale di Intesa Sanpaolo a Vicenza. Nato dalla co-produzione di Magnum Photos e Forte di Bard, Aosta, il percorso espositivo approda ora a Vicenza grazie ad Intesa Sanpaolo.
SETTE SEZIONI. La mostra è suddivisa in sette sezioni, una per ogni decennio dell'agenzia fotografica Magnum, e presenta circa 150 opere: 60 i provini a contatto (contact sheets), esposti ciascuno accanto ai propri “scatti finali”, in un percorso studiato per rappresentare le fasi cruciali della creazione artistica dell'immagine e per ripercorrere, attraverso le sue tappe più significative, quasi un secolo di storia della fotografia mondiale. Lo sbarco in Normandia di Robert Capa, il 1968 a Parigi di Bruno Barbey, l'invasione di Praga di Josef Koudelka, i carri armati in piazza Tienanmen di Stuart Franklin e l'11 settembre di Thomas Hoepker sono soltanto alcuni degli scatti a disposizione del pubblico di Palazzo Leoni Montanari. Nelle sale delle Gallerie sono esposti i ritratti degli uomini e delle donne che hanno fatto la storia dell'ultimo secolo: dai primi piani di Che Guevara realizzati da René Burri al ritratto di Malcolm X “fermato” nel tempo da Eve Arnold, da Martin Luther King di Leonard Freed a Margaret Thatcher nel pieno della sua ascesa politica e ritratta dalla fotografia di Peter Marlow. Le opere sono accompagnate da articoli, libri e riviste vintage e in copia originale che fecero da supporto per la prima pubblicazione delle immagini. Chiudono il percorso le video-interviste ad Alex Majoli, Paolo Pellegrin e Jerôme Sessini, tre fotoreporter Magnum della nuova generazione che raccontano le foto nei giorni del digitale.
Il progetto Magnum Contact Sheets pone al centro del percorso espositivo il provino a contatto quale riferimento per l'esplorazione del processo creativo. Percorrendo la mostra il visitatore ripercorre a sua volta, con totale coinvolgimento, i passi che hanno portato alla realizzazione di alcune delle più famose icone fotografiche di tutti i tempi: il fotografo scatta più volte, sviluppa il proprio supporto, sceglie un'istantanea fra tante, elabora l'immagine con cui vuole comunicare al mondo e alla fine crea. La mostra Magnum Contact Sheets è a ingresso libero; le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari sono aperte dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18.
EVENTI. Sono previste visite guidate gratuite ogni sabato alle 16.30. Un percorso didattico è proposto alle scuole elementari e medie, uno per le famiglie. Workshop fotografici sono proposti con Marco Zorzanello per cinque sabati (ore 10, 4 ore) dal 22 gennaio o dal 22 marzo su ritratto, paesaggio, street photography, notturno, arti figurative. Info www.gallerieditalia.com

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Commenti (0)

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

Il meteo

Vicenza

Agenda

Viaggio in redazione

Tendenze su Twitter

Facebook

Twitter

Sondaggio

Siete favorevoli ad organizzare concerti pop-rock al teatro Olimpico?
Il teatro Olimpico
ok