venerdì, 25 aprile 2014

Vicenza

CAMBIA:

Bacino Caldogno La Regione avvia il bando di gara

DOPO ALLUVIONE. Richiesta pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Ue. «Entro l'estate il via ai lavori».La Provincia sta  per inviare le lettere con la somma degli indennizzi
06/12/2012
Zoom Foto
Zona agricola individuata per realizzare l'invaso naturale a Caldogno

I tempi sono certi: il 18 febbraio 2013 il termine per presentare un'offerta per la gara d'appalto per il bacino di Caldogno. Entro l'estate le ruspe. E, intanto, ieri a palazzo Nievo la Regione ha depositato il Piano particellare coi valori dei terreni da acquisire. La Provincia a giorni farà partire le raccomandate ai proprietari che, se non convinti, potranno ricorrere al Tar o alla Commissione provinciale espropri. Ma dal momento del ricevimento della lettera, quelle aree diventano utilizzabili dalla Regione.
LA GARA. Il governatore Luca Zaia l'aveva ribadito nei giorni scorsi: «Entro la fine dell'anno la pubblicazione del bando di gara per realizzare il bacino di Caldogno». Un'assicurazione indirizzata in particolare al sindaco di Vicenza, Achille Variati, che nei giorni scorsi ha dovuto affrontare l'ennesimo allarme meteo per le maxi piogge. Il bacino di Caldogno servirà a diminuire il rischio di allagamento in città visto che potrà contenere 3,5 milioni di metri cubi di acqua del Bacchiglione.
LE TAPPE. Ieri la richiesta dalla Regione per la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea del bando di gara per la realizzazione del bacino di laminazione lungo il torrente Timonchio-Bacchiglione nel Comune di Caldogno, in provincia di Vicenza.
Con questo passo inizia formalmente la procedura per l'appalto che porterà all'esecuzione di quest'opera, considerata una delle priorità per la riduzione del rischio idrogeologico per il territorio veneto.
Tutti i particolari nel Giornale in edicola




commenti - 1

  • 01
pagine
2
di
15
pagine
2
di
15
  • 01

partecipa. inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.
PUBBLICITA'