Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
13 dicembre 2018

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

07.11.2018

«Volete l'autonomia?
E allora marcite
con i vostri alberi»

Il commento che ha scatenato la polemica social
Il commento che ha scatenato la polemica social

È bufera social per un post pubblicato sulla propria pagina Facebook da un dirigente dell'Ulss di Sulmona, in provincia de L'Aquila, dopo l'ondata di maltempo che ha flagellato il Veneto negli ultimi giorni. «Avete fatto il referendum per l'indipendenza, ve lo ricordate vero? - scrive il dirigente - Mica state pensando per caso di chiedere lo stato di emergenza per finanziare la ricostruzione con i soldi di tutti gli italiani no. Se fosse per me vi farei marcire insieme al legno delle vostre foreste abbattute... ma questo non succederà per vostra fortuna». Parole "infelici" che hanno scatenato le ire di moltissimi utenti. E così la polemica partita sui social ha rischiato di creare un incidente "diplomatico" tra Veneto e Abruzzo

 

Il direttore dell'Als Rinaldo Todera si è affrettato a prendere le distanze da quelle affermazioni con una nota ufficiale pubblicata anche sul sito dell'azienda sanitaria: «Nell’esprimere fermo disappunto in ordine alle frasi ingiuriose, verosimilmente pubblicate da un dirigente dipendente di questa a.s.l. sul social network Facebook, si comunica che questa direzione si dissocia dal contenuto delle stesse preannunciando le iniziative del caso a carico del presunto responsabile ed esprimendo assoluta vicinanza e solidarietà alle popolazioni colpite in questi giorni dalle gravi calamità naturali».

 

Il dipendente dell'azienda, autore del post incriminato, si sarebbe difeso sostenendo che il suo profilo è stato violato e che non è stato lui a scrivere quelle affermazioni. Di fatto ora, sui social, circola solo lo screenshot del commento e il profilo del dirigente è scomparso. 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1