Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 novembre 2018

Sport

Chiudi

04.09.2018

SFOGLIANDO LA ROSA 27 petali biancorossi per il Lane che profuma di B

L’allenatore Giovanni Colella
L’allenatore Giovanni Colella

27 petali da sfogliare in ogni allenamento per scegliere i migliori da esibire sul prato di gioco. Chiusa definitivamente l’interminabile parentesi del mercato la scorsa settimana, Giovanni Colella ne ha ancora due a disposizione per affinare la preparazione e far sbocciare la rosa del suo Vicenza all’attesissimo debutto in campionato. Solo allora si verificherà se la programmazione tecnica definita di comune accordo da proprietà, direttore sportivo e allenatore porterà i frutti sperati. In attesa di misurare il raccolto, per ora è possibile formulare un primo giudizio sulla “semina” valutando questa rosa sulla carta. CONFERMATO… MA NON TROPPO. Salta subito all’occhio il blocco dei confermati dell’ex Bassano: ben 17 giocatori sui 27 che abitualmente si allenano a Capovilla. Questa continuità ha consentito al tecnico di non ricominciare daccapo, portandosi in dote l’esperienza maturata nei mesi precedenti e facilitando l’inserimento dei nuovi. Tuttavia, se osserviamo la formazione titolare “tipo”, proprio i nuovi acquisti si ritagliano uno spazio rilevante: è facile prevedere che in genere ci saranno nell’undici iniziale tra i quattro e i sei giocatori che non facevano parte del Bassano. Si tratta di calciatori importanti come Arma, Curcio, De Falco, Giacomelli, Solerio, Mantovani, attesi tra i protagonisti della nuova stagione: questa squadra dunque non è l’ex Bassano spostato a Vicenza, ma un’“antologia giallorossa” alla quale è stata aggiunta una selezione di elementi di spessore per tentare un ulteriore salto di qualità. Dalla lotta per i playoff, si vuole passare a quella per il vertice. DIFESA RODATA. In difesa si riparte dall’assetto rodato composto dal portiere Grandi e dai vari Andreoni, Bizzotto, Pasini, Bonetto, Stevanin. Nello scorso campionato con questi interpreti la retroguardia del Bassano è stata la terza del girone (30 reti subite), preceduta solo da Padova (27) e Alto Adige (28). Ecco perché l’impianto non è stato stravolto, ma rafforzato inserendo altri potenziali titolari sia tra i terzini (uno per fascia: Davide Bianchi e Solerio), sia nella coppia centrale (l’esperto Mantovani). Tra squalifiche e infortuni, disporre di pedine di pari valore ed affidamento sarà fondamentale; per questo si è scelto anche un secondo portiere, Albertazzi, che era titolare al Francavilla. IL NUOVO FARO. A centrocampo, scorrendo la tabella, pare cambiato poco o nulla: l’unico giocatore che non fosse già al Bassano è De Falco. Il reparto in realtà è mutato parecchio, visto che non sono più in organico elementi che avevano sommato molte presenze come Venitucci, Proia, Botta; di contro va considerato come un nuovo acquisto anche il confermato Laurenti, prezioso jolly di qualità tra il centrocampo e la trequarti, fermato nella scorsa stagione da diversi infortuni. De Falco, poi, è un tipo di centrocampista che in questa categoria può fare da solo la differenza, se dimostrerà di avere motivazioni e benzina adeguate: i dubbi possono sorgere per l’anagrafe e il campionato non esaltante vissuto a Matera, dov’era in prestito dal Benevento. Il Vicenza ha dimostrato di voler puntare molto su di lui, garantendogli un contratto biennale a 32 anni, scegliendolo come nuovo faro del gioco: saprà essere illuminante? Al suo fianco, solide certezze come Nicolò Bianchi e Salvi, più il giovane rampante Zonta e i promettenti “baby” Zarpellon e Parolin: dovranno dimostrarsi subito pronti all’uso, altrimenti la coperta potrebbe risultare numericamente un po’ corta. NOMI TOP IN C. L’attacco è sicuramente il reparto più rivoluzionato. I nuovi nomi scelti dal ds Seeber sono al top per la serie C: a Giacomelli si chiede continuità ai suoi livelli migliori; Curcio è reduce da un’annata super all’Arzachena (13 reti); Arma è il centravanti più prolifico e continuo negli ultimi 7 campionati in categoria (93 gol). Maistrello è una punta alternativa affidabile (in attesa di riavere a disposizione pure l’infortunato Razzitti) e scalpitano i giovani talenti Tronco, Rover, Gashi. La loro voglia di gol è la stessa dei tifosi biancorossi… • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Guiotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
U. Triestina
20
Fermana
20
L.r. Vicenza Virtus
19
Pordenone
19
Ternana
18
Feralpi Salò
18
Imolese
17
Vis Pesaro
16
Ravenna
16
Sudtirol
15
Monza
15
Teramo
14
Giana Erminio
11
Gubbio
11
Rimini
11
Fano A.j.
9
Sambenedettese
8
Renate
8
Albinoleffe
7
Virtus Verona
7
Fano A.j. - Ravenna
1-1
Feralpi Salò - Virtus Verona
1-1
Giana Erminio - Sudtirol
0-0
L.r. Vicenza Virtus - Sambenedettese
1-0
Pordenone - U. Triestina
1-2
Renate - Imolese
1-0
Rimini - Fermana
2-0
Teramo - Albinoleffe
2-2
Ternana - Gubbio
3-0
Vis Pesaro - Monza
1-1

Volley

Rugby

Golf