Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 novembre 2018

Sport

Chiudi

09.01.2010

Topatigh torna, ma a Bolzano


 Lucio "falco" Topatigh
Lucio "falco" Topatigh

Non è ancora una certezza ma una probabilità c'è: rivedere in pista, pattini ai piedi, a 44 anni suonati il mitico Falco di Gallio, Lucio Topatigh. Lo si rivedrà sul ghiaccio di Bolzano.
Una voce che avevamo raccolto in questi giorni ma che di fatto Lucio ha ufficializzato in diretta telefonica durante la diretta della partita Valpellice-Alleghe.
«È vero - conferma il più grande giocatore italiano di tutti i tempi - parlando con Bob (Oberrauch, suo ex compagno di squadra e grande amico, oggi dirigente bolzanino) qualche tempo fa è nata questa idea e lui mi ha promesso di portarla in società e, se non ci sarà nulla in contrario, potrei rientrare in pista per i play off»; con grande "gioia" della moglie Marzia, che ormai pensava, anzi sperava, avesse definitivamente abbandonato tale velleità. Ovviamente lui, che l'hockey lo ha nel sangue ma che si è sempre distinto anche per il suo essere professionista serio e scrupoloso fino in fondo, ha propositi sensatamente bellicosi.
«Non mi illudo certo di arrivare a fare il protagonista, giocare in prima linea o cose del genere. Ora che l'alta stagione turistica è finita ho il tempo di preparami adeguatamente, perché è chiaro che non voglio scendere sul ghiaccio a fare figuracce; il mio obiettivo è giocare ancora, fare dei cambi, dare una mano insomma».
Insomma, il Lucio nazionale, dopo aver tagliato i traguardi più prestigiosi, dopo le oltre mille partite da professionista con squadre di club e le 234 con la maglia della Nazionale, è ancora preso da quella malattia chiamata hockey da cui non è ancora guarito; vedere gli altri giocare gli fa ancora male dentro ed al tempo stesso non ritiene di dover ancora issare quella fatidica bandiera bianca. Un'altra avventura, un'altra scommessa della sua incredibile carriera, fatta di 14 partecipazioni ai Campionati del Mondo, quattro volte ai Giochi Olimpici, sette volte campione d'Italia con le maglie di Bolzano, Milano ed Asiago (2001), tre volte vincitore della Coppa Italia con l'Asiago e due volte migliore realizzatore del campionato.
Ma questo evento non sarà, se sarà, con la maglia della squadra con cui aveva iniziato e sembrava avesse finito (leggi Asiago) bensì con quella con cui ha vinto di più, quella del Bolzano; come mai? «Visto che ad Asiago non è più disponibile il "mio" numero 27 - sottolinea con una marcata vena ironica, e non solo - beh allora vado da un'altra parte, dove la cosa di vedermi nuovamente in campo suscita, a quanto sembra, ancora interesse; ed ho promesso a Tommaso (suo figlio, che il 15 gennaio compirà 10 anni che, visto che ad Asiago non hanno riservato nemmeno a lui, che gioca nelle giovanili giallorosse, quel numero 27 di maglia che era stato per tanti anni di suo padre, allora sarò io ad essere orgoglioso di indossare quella col numero di mio figlio, e quindi ed a Bolzano chiederò di giocare col numero 45».
Cesare Pivotto

Cesare Pivotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
U. Triestina
20
Fermana
20
L.r. Vicenza Virtus
19
Pordenone
19
Ternana
18
Feralpi Salò
18
Imolese
17
Vis Pesaro
16
Ravenna
16
Sudtirol
15
Monza
15
Teramo
14
Giana Erminio
11
Gubbio
11
Rimini
11
Fano A.j.
9
Sambenedettese
8
Renate
8
Albinoleffe
7
Virtus Verona
7
Fano A.j. - Ravenna
1-1
Feralpi Salò - Virtus Verona
1-1
Giana Erminio - Sudtirol
0-0
L.r. Vicenza Virtus - Sambenedettese
1-0
Pordenone - U. Triestina
1-2
Renate - Imolese
1-0
Rimini - Fermana
2-0
Teramo - Albinoleffe
2-2
Ternana - Gubbio
3-0
Vis Pesaro - Monza
1-1

Volley

Rugby

Golf