Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
24 settembre 2018

Tennis

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Tennis

06.09.2018

Vicenza talismano, Millman più di Federer

L’esultanza dell’australiano John Millman. All’Open degli Stati Uniti ha battuto Federer. Nel 2015 era stato finalista l Challenger di  Vicenza
L’esultanza dell’australiano John Millman. All’Open degli Stati Uniti ha battuto Federer. Nel 2015 era stato finalista l Challenger di Vicenza

Dai campi del Palladio all'Artur Ashe di Flushing Meadow. Dal torneo Atp Challenger Città di Vicenza datato 2015, agli Open degli Stati Uniti, il quarto torneo del Grande Slam della stagione. Da una sconfitta, subita in finale, con lo spagnolo Inigo Cervantes, allora numero 150 del mondo, a una vittoria. E che vittoria, contro il numero 2 del mondo, il grande Roger Federer. La parabola di John Millman ha del miracoloso, sicuramente dello straordinario. Quella finale, a Vicenza, la perse piuttosto nettamente (6-4 6-2) contro Cervantes, raccogliendo solo sei giochi anche se al termine di un ottimo torneo che l'aveva visto battere neu quarti l'argentino Pedro Cachin e in semifinale (7-6 al terzo) l'olandese Thiemo de Bakker. Ma nulla in confronto all'impresa compiuta in uno dei tempi sacri del tennis, sul campo dello stadio più grande del mondo, il Centrale di Flushing Meadow intitolato ad Artur Ashe con una capienza di 23.771 spettatori. Il torneo Atp di Vicenza ha visto passare non pochi giocatori in cerca di fortuna poi diventati famosi. La lista è importante, da Marin Cilic, uno dei più forti top ten, vincitore di un Open degli Stati Uniti e finalista a Wimbledon lo scorso anno e agli Australian Open in questa stagione, a Bernard Tomic, talento australiano mai completamente espresso, a Filip Krajinovic, vincitore al Palladio nel 2014 e ora nei primi 30 del mondo. Oltre a Marton Fucsovics vincitore nel 2017 arrivato a 40 del mondo. E altri ancora, tanti giocatori che attualmente sono stabilmente fra i primi 100 del mondo, come il russo poi diventato kazako, Mihail Kukushkin, arrivato fra i primi 50 del mondo, che all'epoca aveva anche un coach vicentino, Stefano Orso, che tuttora viene di tanto a trovare nella città del Palladio. La favola di Millman ha però dell'incredibile. La vittoria sul fortissimo Federer non è stata tuttavia un fulmine improvviso, perchè proprio a Flushing Meadow, il ventinovenne australiano aveva sconfitto in precedenza il numero 1 italiano e 14 del mondo Fabio Fognini, al secondo turno, in quattro set, e lo stesso Kukushkin, sempre in quattro set, nei sedicesimi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonio Simeone
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Monza
6
Pordenone
6
Sudtirol
6
Renate
4
Fermana
4
Imolese
4
U. Triestina
3
Rimini
3
Vis Pesaro
3
L.r. Vicenza Virtus
2
Gubbio
1
Albinoleffe
1
Giana E.
1
Ravenna
1
Feralpi Salò
1
Teramo
1
Sambenedettese
1
Ternana
0
Fano A.j.
0
Virtusvecomp
0
Fano A.j. - Ternana
Albinoleffe - Pordenone
1-2
Feralpi Salò - Fermana
0-0
Giana E. - Imolese
1-2
Ravenna - Sudtirol
0-1
Renate - L.r. Vicenza Virtus
1-1
Rimini - U. Triestina
2-1
Teramo - Sambenedettese
0-0
Virtusvecomp - Monza
0-2
Vis Pesaro - Gubbio
2-1

Golf