Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2018

Sport

Chiudi

07.05.2010

Tataranni, re Mida tocca la stecca e... diventa d'oro


 Massimo Tataranni premiato dal presidente Repele. S'è già aggiudicato la prestigiosa "Stecca d'oro"
Massimo Tataranni premiato dal presidente Repele. S'è già aggiudicato la prestigiosa "Stecca d'oro"

Giannino Danieli
VALDAGNO
Massimo Tataranni come un Re Mida del Duemila. Tocca la pallina e la stecca diventa d'oro. Il furetto materano, 32 anni a giugno, il vizio del gol non l'ha mai perso e per ben due volte nell'ultimo triennio è risultato il capocannoniere della A1: Stecca d'oro nel campionato 2007 -2008 con 56 gol quando militò nelle file del Trissino e bis al termine della corrente regular season nelle fila della Isello Vernici con 63 reti. La società biancoceleste lo ha omaggiato con una targa prima di garadue dei quarti di finale dei play off con il Sarzana. Sarà quindi ufficialmente premiato dalla FIHP con la Stecca d'Oro durante una cerimonia in occasione della presentazione del nuovo campionato 2010-2011.
Tataranni, se lo immaginava questo bis?
«No. Mi auspicavo di segnare un buon numero di reti, non credevo di diventare il capocannoniere della A1. A livello personale sono felicissimo, spero lo sia anche la società e la ringrazio perché ha creduto in me. Più di qualcuno mi disse 'farai tanti gol', ma non pensavo in questa misura».
L'obiettivo di questa stagione?
«Non lo dico. Per scaramanzia».
Più bella la Stecca d'Oro del 2008 o quella del 2010?
«Entrambe. A Trissino fu davvero inaspettata perché la squadra era meno forte di questa Isello. A Valdagno sono stato molto aiutato da tutti i compagni, un grazie quindi lo devo a loro».
Per un attaccante di razza come lei vale di più l'istinto o l'allenamento?
«Entrambi, senza ombra di dubbio. Quando ero giovane l'istinto aveva il sopravvento. Ora sono convinto che l'allenamento sia fondamentale, anche se l'istinto mi accompagna sempre».
Tataranni, crede di avere già raggiunto la piena maturità?
«A questo punto sì. Ho cambiato tante squadre, ho fatto esperienze delle più varie. Ora credo di avere trovato un giusto equilibrio e maturità».
C'è anche una componente particolare in questa sua crescita?
«Sì, la mia fidanzata Pamela. Prima di conoscerla ero un po' pazzerello. Se sono così trasformato è anche grazie a lei. Mi sta vicino e mi sopporta. Con lei accanto sono molto più tranquillo».
In pista è riconosciuto come freddo e spietato.
«Frutto della maturazione che ho avuto. Prima forse ero sregolato. Ora invece penso a fare in pieno il mio dovere. È vero, anche se sono maltrattato dagli avversari non reagisco. Piuttosto mi sento gratificato perché se si ostinano a darmele significa che mi temono molto».
Ma fuori pista, invece, com'è Tataranni?
«Tranquillissimo. Mi piace stare con la gente, ridere e scherzare. E coi compagni sono molto unito».
Tataranni, cosa significa per lei Valdagno?
«Una tappa importante della mia vita professionale e di uomo. Qui ho trovato una società seria ed un pubblico fantastico. Ci sono davvero tutte le componenti per fare bene. Sinceramente non ho la mini-ma voglia di spostarmi da qui, ho trovato un ottimo contesto per dare tutto di me».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
32
Fermana
27
Ternana
26
U. Triestina
26
Vis Pesaro
26
Imolese
25
Feralpi Salò
25
L.r. Vicenza Virtus
24
Ravenna
23
Sudtirol
22
Rimini
21
Monza
20
Sambenedettese
19
Gubbio
17
Fano A.j.
16
Teramo
16
Giana Erminio
15
Renate
15
Virtus Verona
13
Albinoleffe
12
Fano A.j. - Vis Pesaro
0-0
Albinoleffe - Sambenedettese
Feralpi Salò - Imolese
0-1
Fermana - U. Triestina
1-0
Giana Erminio - Renate
0-1
Gubbio - L.r. Vicenza Virtus
2-0
Ravenna - Virtus Verona
0-1
Rimini - Monza
1-0
Sudtirol - Ternana
2-1
Teramo - Pordenone
0-2

Golf