Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 dicembre 2018

Sport

Chiudi

30.04.2013

Rigoni-Presti, la finale scudetto è in famiglia

Da sinistra Luca Rigoni (Milano) e Mirko Presti (Immobiliare Neve)
Da sinistra Luca Rigoni (Milano) e Mirko Presti (Immobiliare Neve)

Lo scudetto è un “affare di famiglia”, anche se la finale, al via stasera (ore 20) dal Quanta Village, si sviluppa sull'asse Milano-Vicenza. Un mese fa avevano festeggiato insieme il quarto titolo sul ghiaccio con la Migross Asiago, ma adesso solo uno dei due porterà a casa anche quello delle otto ruote in linea. Da una parte Luca Rigoni (Milano), “el vecio” (38 anni) che ha vinto praticamente tutto in questo sport; dall'altra Mirko Presti (Vicenza), “el bocia” (21 anni) alla prima esperienza in A1. Amici, e pure cognati (Rigoni ha sposato Lisa, una delle sorelle di Presti, ndr), nella vita; avversari da oggi. «Volevamo questo confronto – dicono – ne parlavamo già prima dei playoff». Poi è l'attaccante rossoblù a prendere l'iniziativa, anticipando così un tema tattico della serie.  «È bello condividere queste emozioni con lui. Mi sento un po' come il fratello maggiore e questa finale rappresenta una sorta di passaggio del testimone. Lui può avere un futuro importante anche nell'inline». Per Presti è una storia che si ripete. «Sul ghiaccio debuttai contro di lui in un Pontebba-Asiago; è destino che anche nella mia prima finale ci sia Luca dall'altra parte. Per me è sempre stato un esempio da seguire».  Sarà pure Milano-Vicenza, ma in pista sembra quasi di rivivere la finale del 2009, la prima nella storia dei Diavoli. Allora c'erano i Vipers di Asiago, quelli d'annata; ora ce ne sono comunque sette di quella squadra. Ed anche i berici (che non inseriranno Felicetti) non sono poi così diversi. I campioni in carica, organico alla mano, restano i favoriti per qualità dei singoli ed attitudine al successo, ma l'Immobiliare Neve ha fatto il pieno di autostima in semifinale, ha carattere, più gruppo ed un gioco “indigesto” per i rivali; e soprattutto non ha nulla da perdere. «Siamo i favoriti, è vero – dice Rigoni – ma non stiamo giocando bene. Vicenza ha tanto entusiasmo e questo conta. Sarà una serie tirata. La pressione è tutta su di noi». La replica di Presti: «Hanno tre linee equilibrate e forti. Conteranno gli episodi, ma anche il fattore campo (piste inviolate da oltre un anno, ndr) e la nostra capacità di applicare la “scatola”». Tutti a Milano. La società biancorossa sta organizzando un pullman (minimo 25 adesioni) per gara 1: costo 10 euro (adulti); 5 euro (Under 16). Per informazioni: stampa@diavolivicenza.it Il programma. Gara 1 (oggi, ore 20, arbitri Soraperra e Marri) Milano-Vicenza; gara 2 Vicenza-Milano sabato 4 maggio; gara 3 Milano-Vicenza mercoledì 8 maggio; eventuale gara 4 sabato 11 maggio; eventuale gara 5 martedì 14 maggio.

Stefano Angonese
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
32
Fermana
27
Ternana
26
U. Triestina
26
Vis Pesaro
26
Imolese
25
Feralpi Salò
25
L.r. Vicenza Virtus
24
Ravenna
23
Sudtirol
22
Rimini
21
Monza
20
Sambenedettese
19
Gubbio
17
Fano A.j.
16
Teramo
16
Giana Erminio
15
Renate
15
Virtus Verona
13
Albinoleffe
12
Fano A.j. - Vis Pesaro
0-0
Albinoleffe - Sambenedettese
Feralpi Salò - Imolese
0-1
Fermana - U. Triestina
1-0
Giana Erminio - Renate
0-1
Gubbio - L.r. Vicenza Virtus
2-0
Ravenna - Virtus Verona
0-1
Rimini - Monza
1-0
Sudtirol - Ternana
2-1
Teramo - Pordenone
0-2

Golf