Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 aprile 2017

Sport

Chiudi

08.03.2017

Napoli, il sogno
dura un tempo
poi è Ramos Real

L'esultanza di Sergio Ramos al San Paolo
L'esultanza di Sergio Ramos al San Paolo

NAPOLI. Napoli sognava l'impresa, la remuntada quasi impossibile. E per 45' quel sogno, grazie al gol di Mertens e a un gioco che ha messo in crisi il Real, è sembrato perfino realizzabile. Invece impresa non è stata, a spazzar via la gioia del Napoli e di Napoli sono arrivati due gol di Sergio Ramos in 6', nella ripresa, tutti e due su angolo. Vale solo per le statistiche il 3-1 merengue firmato Morata allo scadere. Il Napoli esce dalla Champions league tra gli applausi e i cori del suo pubblico con il San Paolo - sold out da due mesi - vestito a festaServiva la partita perfetta ad Hamsik e compagni e per tutto il primo tempo partita perfetta è stata. A sorpresa Sarri sceglie la sostanza di Allan a centrocampo, mentre in avanti recupera Mertens. Zidane ritrova dal primo minuto la BBC mentre in difesa spazio per Pepe al fianco del capitano Sergio Ramos. Ritmo, passione, logica: il Napoli pressa alto e la circolazione di palla è veloce.Così matura il gol del vantaggio di Mertens (24'), figlio di un'azione corale targata Insigne-Hamsik e finalizzata dal belga. Il Real soffre, asfissiato dai ritmi forsennati imposti dai partenopei.Insigne è imprendibile come Mertens e Hamsik. Le qualità del Real però non sono in discussione e i «blancos» vanno a un passo dal pareggio con Cristiano Ronaldo che colpisce il palo dopo aver saltato anche Reina. Il Napoli non demorde e rende vita difficile a Navas. Al 39' anche Mertens colpisce un legno su una palla persa da Kroos. Il sogno di Napoli però si spezza a inizio ripresa con l'uno-due firmato dal capitan dei blancos Ramos che affonda il Napoli sfruttando il suo eterno punto debole, le palle inattive. Il colpo che spezza le speranze azzurre sono due reti fotocopia, con un Ramos implacabile, come sempre, nei momento decisivi del Real Madrid. La formazione di Sarri prova almeno a cercare il gol del pareggio ma a mo' di beffa, allo scadere, arriva il 3-1 delle merengue: fa tutto Cristiano Ronaldo, Reina respinge e Morata - che d'estate aveva rifiutato il passaggio al Napoli dopo l'avventura con la Juve - piazza il tap-in.Napoli fuori dunque: per 50' ha messo alle corde i campioni del mondo e d'Europa, cinici quel tanto per punire una squadra giovane nelle uniche sbavature in una notte che comunque rimarrà nel ricordo di una città. 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Spal
70
Hellas Verona
65
Frosinone
62
Cittadella
57
Perugia
56
Benevento
55
Spezia
54
Virtus Entella
51
Carpi
51
Salernitana
50
Novara
50
Bari
50
Pro Vercelli
46
Avellino
45
Cesena
43
Ascoli
41
Trapani
41
Brescia
39
Ternana
39
Vicenza
38
Pisa
32
Latina
31
Ascoli - Brescia
0-0
Avellino - Cesena
1-1
Bari - Hellas Verona
0-2
Benevento - Vicenza
0-0
Cittadella - Carpi
4-1
Latina - Spal
1-2
Novara - Perugia
0-1
Pro Vercelli - Salernitana
0-0
Spezia - Virtus Entella
2-0
Ternana - Frosinone
2-0
Trapani - Pisa
1-0

Rugby

Ciclismo

Golf