Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 settembre 2018

Motori

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Motori

03.06.2018

Rossi è il «re» d’Italia Settima pole al Mugello

Il campione della Yamaha mostra con orgoglio il casco patriottico usato al MugelloRossi saluta il pubblico italiano
Il campione della Yamaha mostra con orgoglio il casco patriottico usato al MugelloRossi saluta il pubblico italiano

FIRENZE La pole position che nessuno si aspetta, ma che nel cuore dei tifosi di Valentino Rossi, e qui al Mugello sono veramente tanti, tutti sperano. Perchè il Dottore li ha abituati che proprio quando tutto sembra impossibile, tira fuori il coniglio dal cilindro e si inventa un giro mozzafiato in 1’46“ che vale anche come nuovo record in qualifica della pista. 7/a pole al Mugello, battuto il vecchio record di 6 detenuto Mick Doohan, la 55/a in top class, la più recente risale al Gp di Motegi in Giappone del 2016. Solo questi numeri sono in grado di spiegare il capolavoro compiuto da Rossi in questa parte di weekend. 8/o nelle prime libere del venerdì, 7/o nel pomeriggio e 3/o nella terza sessione di questa mattina. Un crescendo che però, visti i distacchi dalla vetta della classifica, potevano far prevedere al massimo la conquista di una piazzola in prima fila. «Dobbiamo riuscire a partire nei primi sei se vogliamo tentare di salire in qualche modo sul podio», era stata la sua analisi dopo le libere di ieri. Sarà servito questo risultato a riunire gli italiani sotto un’unica bandiera? Chissà se in cuor suo il Vale nazionale ci avrà un pò pensato dopo aver ideato insieme al suo disegnatore storico Aldo Drudi, il casco celebrativo che come ogni anno il campione di Tavullia sfoggia nel Gran premio di casa. Mai con questa volta la livrea era attinente al momento delicato che il nostro Paese sta attraversando e per questo ha pensato di fare riferimento alla festa del 2 giugno inserendo come colori dominanti il bianco rosso e verde con la scritta Viva l’Italia… l’Italia tutta intera, citazione del brano di Francesco De Gregori del 1979 Viva l’Italia. Sul retro compare il logo «46» che per una volta non è giallo, ma riprende i colori della bandiera italiana, sotto il quale troviamo un grosso ITA. «Io incaricato da Mattarella per creare il governo? - aveva scherzato Rossi giovedì scorso - Perchè no? Non sarebbe male, magari potrei dare una mano». Invece faceva terribilmente sul serio, tanto da pensare di associare lo sport allo spirito di unità nazionale come solo i grandi campioni del passato sono riusciti a fare. «Mi voglio godere questa giornata speciale con tutti gli uomini della Yamaha, rientrando ai box mi sono goduto la festa che il pubblico stava facendo sulle colline, e poi è stata una sorpresa anche per me. Oggi sarà dura un pò più dura». E se lo dice lui…Prima fila d’altri tempi quella di domenica con un redivivo Jorge Lorenzo che si issa fino alla seconda piazzola al fianco del suo ex compagno di squadra e rivale e davanti a chi in Yamaha ha preso il suo posto, Maverick Vinales con l’altra M1 ufficiale. Il cinque volte campione del mondo è stato velocissimo, a soli 35 millesimi dalla pole. Merito - a suo dire - del nuovo serbatoio tanto atteso e montato sulla sua Ducati GP18. Lorenzo ha trovato il feeling con la rossa e cercherà di dimostrare che è ancora in grado di vincere, se la moto che guida è come piace a lui. Di un decimo più lento del suo team mate, Vinales conferma che le Yamaha, almeno in qualifica, sulla pista tricolore sono imbattibili. Ma la gara sarà lunga e dura. Dalla seconda fila, infatti, sono pronti a scattare a razzo altri due beniamini di casa come Iannone e Petrucci. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Renate
3
Fermana
3
U. Triestina
3
Pordenone
3
Monza
3
Sudtirol
3
Ravenna
1
Gubbio
1
Albinoleffe
1
Giana E.
1
Imolese
1
L.r. Vicenza Virtus
1
Rimini
0
Ternana
0
Fano A.j.
0
Feralpi Salò
0
Teramo
0
Virtusvecomp
0
Vis Pesaro
0
Sambenedettese
0
Fermana - Virtusvecomp
2-0
Gubbio - Ravenna
1-1
Imolese - Albinoleffe
0-0
L.r. Vicenza Virtus - Giana E.
0-0
Monza - Feralpi Salò
1-0
Pordenone - Fano A.j.
2-1
Sambenedettese - Renate
0-2
Sudtirol - Teramo
1-0
Ternana - Rimini
U. Triestina - Vis Pesaro
2-0

Golf