Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
15 novembre 2018

Motori

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Motori

21.05.2018

Marquez fa il vuoto a Le Mans Petrucci e Rossi sul podio

Da sinistra, Rossi (Yamaha) terzo, Petrucci (Ducati ) secondo Marquez Honda primo a Le MansAndrea Dovizioso su Ducati sul circioto di Le Mans
Da sinistra, Rossi (Yamaha) terzo, Petrucci (Ducati ) secondo Marquez Honda primo a Le MansAndrea Dovizioso su Ducati sul circioto di Le Mans

ROMA Marc Marquez (Honda) fa il vuoto: a Le Mans, dove vince la terza gara di fila davanti a Danilo Petrucci (Ducati) e Valentino Rossi (Yamaha) e in classifica mondiale che vede adesso il campione del mondo guidare con +36 punti su Maverick Viñales (Yamaha), +37 su Johann Zarco (Yamaha) e +39 su Rossi. Sul circuito di Le Mans, quinta prova del Mondiale, va in scena l’ennesimo assolo di Marquez (64° successo) che lascia le briciole agli avversari, vuoi per l’inequivocabile superiorità della RC213V, vuoi per il pizzico di sfortuna che ha toccato via via Andrea Iannone ( Suzuki Racing) a l primo giro, il poleman Zarco e Andrea Dovizioso (Ducati), fuori quando ancora tallonavano lo spagnolo. A dirla tutta, Marquez con la vittoria di ieri interrompe anche la striscia di tre successi consecutivi a Le Mans della Yamaha che ieri non ha comunque sfigurato, mettendo a referto il podio numero 193 in carriera per il Dottore nella classe regina. Tra tanti volti sorridenti, c’è invece quello mesto di Dovizioso che dopo la carambola di Jerez finisce sulla ghiaia anche al Circuit de la Sarthe, vedendo pericolosamente allontanarsi in classifica Marquez ora distante 49 punti. È successo tutto al quinto giro, quando il forlivese aveva appena superato Jorge Lorenzo (Ducati), protagonista di un ottimo avvio. Neppure il tempo di assaporare il sorpasso vincente che Dovizioso è andato lungo alla curva 6 rovinando quello che doveva essere il Gp della rivincita e il fresco rinnovo biennale con la Ducati. Niente di grave, ma rabbia e incredulità. I regali per Marquez non sono finiti lì, perché dopo due giri finisce gambe all’aria Zarco, re delle qualifiche e idolo di casa, che vanifica alla curva 8 quanto di buono aveva fatto sabato. La gara si può dire che finisca lì. Marquez si invola, mentre anche Petrucci passa Lorenzo, che cede pure a Rossi (13° giro). Così un po’ di spettacolo cerca di regalarlo la sfida tra Petrucci e Rossi, con il ternano che ha tenuto testa fino alla fine e senza grandi patemi. Torna sul podio un battagliero Rossi, che è partito bene e ha guidato anche meglio, grazie al mestiere e una moto finalmente competitiva. Risultato non da poco, visto anche la non tanto edificante qualifica, che ha fatto tornare il sorriso al Dottore: «Siamo stati mirati e abbiamo fatto la scelta giusta di gomme, sapendo di essere più veloci di Jerez. È un risultato importante per me e la Yamaha. Sono stato veloce per tutta la gara, ho tenuto un buon ritmo, anche se non sono riuscito a superare Petrucci più veloce di me». Ancora più contento Petrucci: «Mi sento benissimo. Sapevo che era una gara difficile col caldo di oggi. Ho fatto un pò di fatica con l’anteriore ma ho gestito il posteriore molto bene. Ho cercato di seguire Marc e la sua velocità, mi è andata bene. Sono partito tranquillo, alla prima curva ero quinto come previsto, poi ho trovato il ritmo giusto. Ho vissuto un momento difficile tra l’Argentina e il Texas, ma ora sono contento» Prossimo appuntamento del Motogp domenica 3 giugno al Mugello. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
U. Triestina
20
Fermana
20
L.r. Vicenza Virtus
19
Pordenone
19
Ternana
18
Feralpi Salò
18
Imolese
17
Vis Pesaro
16
Ravenna
16
Sudtirol
15
Monza
15
Teramo
14
Giana Erminio
11
Gubbio
11
Rimini
11
Fano A.j.
9
Sambenedettese
8
Renate
8
Albinoleffe
7
Virtus Verona
7
Fano A.j. - Ravenna
1-1
Feralpi Salò - Virtus Verona
1-1
Giana Erminio - Sudtirol
0-0
L.r. Vicenza Virtus - Sambenedettese
1-0
Pordenone - U. Triestina
1-2
Renate - Imolese
1-0
Rimini - Fermana
2-0
Teramo - Albinoleffe
2-2
Ternana - Gubbio
3-0
Vis Pesaro - Monza
1-1

Volley

Rugby

Golf