23 febbraio 2019

Sport

Chiudi

28.04.2018

Faizanè ha un sogno stappare la Cers Si parte con il Lleida

Platero al tiro. Il Breganze è l’ultima italiana rimasta in lizza in Europa
Platero al tiro. Il Breganze è l’ultima italiana rimasta in lizza in Europa

Roberto Farina BREGANZE Unica squadra italiana rimasta in lizza nell’agone europeo, il Faizanè Lanaro Breganze, che dimentica per il momento i play off , cerca gloria nella Final Four di Coppa Cers, in programma oggi e domani nell’impianto di Lleida, città catalana di 137 mila abitanti, a 150 km da Barcellona. Un appuntamento di prestigio, un trofeo inseguito di nuovo dai rossoneri che l’hanno solo sfiorato a Forte dei Marmi nel 2014, in panca Marozin, sconfitti rocambolescamente nella finalissima dal Noia (4-3). Alle semifinali della Coppa sono arrivate quest’anno, oltre al Breganze, sempre vincitore nelle gare, l’ospitante Lleida Lista, la vicina Voltregà e la portoghese Barcelos (scontro tra le due oggi alle 18,30), vincitore delle ultime due edizioni della Coppa Cers. Formazioni forti e orgogliose, visto che la Cers, come lustro, viene subito dopo l’Eurolega. Il quintetto breganzese guidato da Diego Mir, catalano di origini argentine, si presenta al via risoluto, e affronta stasera alle 21 (diretta streaming su Cerhtv) proprio i padroni di casa del Lleida Llista Blava al “Pavellò Onze de Setembre” (2.000 posti). Se li supererà, avrà accesso alla finalissima in programma domani, alle 18. Diego Mir respira aria di casa, ma vorrebbe ritrovare altresì la squadra e il gioco che aveva plasmato e dato grandi soddisfazioni fino a un paio di settimane fa, con Ambrosio e Platero primattori ed in mostra la classe di Cocco, Gimenez e Cacau; contando in porta su Bruno Sgaria, su un difensore di razza come Dal Santo e su un jolly quale Pippo Compagno. Il Lleida si è qualificato eliminando da ultimo il Tomar, che aveva a sua volta estromesso il Valdagno. Sulla carta appare “domabile”. Ma al proposito il presidente Turle commenta: «Dovremo ritrovare il bel Breganze di appena due settimane fa. Se ci riusciremo, arriveremo in fondo: noi ci crediamo». Gli stranieri del Lleida sono i fratelli francesi Bruno e Roberto Di Benedetto (nazionali) e l’argentino Dario Gimenez, già al Bassano. Al seguito dei rossoneri, una trentina di coraggiosi irriducibili. •

Roberto Farina
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
54
U. Triestina
47
Feralpi Salò
46
Sudtirol
42
Imolese
42
Monza
40
Ravenna
39
Fermana
37
L.r. Vicenza Virtus
36
Sambenedettese
34
Ternana
33
Vis Pesaro
33
Gubbio
32
Renate
31
Rimini
31
Teramo
28
Fano A.j.
28
Giana Erminio
26
Albinoleffe
25
Virtus Verona
22
Feralpi Salò - Ravenna
3-0
Giana Erminio - Virtus Verona
1-1
L.r. Vicenza Virtus - Fermana
0-0
Renate - Pordenone
1-1
Rimini - Imolese
2-0
Sambenedettese - Fano A.j.
0-0
Sudtirol - Gubbio
4-0
Teramo - Monza
1-1
Ternana - U. Triestina
0-2
Vis Pesaro - Albinoleffe
0-1

Golf