Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
16 ottobre 2018

Sport

Chiudi

29.03.2018

Coni, i Giochi
a Milano e Torino
Il Veneto ribatte

Il Coni candida Milano-Torino per le Olimpiadi invernali 2026
Il Coni candida Milano-Torino per le Olimpiadi invernali 2026

ROMA. Il Coni candida le città di Milano e Torino per i Giochi Olimpici Invernali 2026, che fanno uno scatto avanti nei confronti del Veneto che aveva coinvolto anche l'Altopiano di Asiago.

La Regione con il Trentino, infatti, aveva recentemente proposto le Dolomiti dell'Unesco come sede delle Olimpiadi, con Cortina capofila. Ma il governatore Luca Zaia non si da per vinto:  «La data per la presentazione delle manifestazioni d’interesse è il 31 marzo, e per quel giorno confermo che sarà presentato il progetto del complesso Dolomiti-Unesco ad ospitare dopo 70 anni le Olimpiadi invernali, e nei termini concordati con i presidenti del Trentino, Ugo Rossi, e dell’Alto Adige, Arno Kompatscher».

 

«Il Comitato olimpico nazionale Italiano ha informato il Cio di voler proseguire nella fase di dialogo per i Giochi Olimpici Invernali 2026, già avviata nei mesi scorsi - si legge in un lettera inviata dal Coni -. Dovendo ottemperare ad una scadenza formale, e dopo numerosi incontri e contatti con i vertici del Cio, il Coni ha indicata la candidatura della città di Milano-Torino». Nella lettera è indicato anche che «il Coni resta in attesa della formazione del nuovo Governo al quale, nei tempi e nei modi che verranno concordati, sottoporrà uno studio di fattibilità già realizzato ad inizio del 2018, per una valutazione dell’intero progetto».

 

Nel frattempo, nei giorni scorsi, la piena convergenza sulla candidatura avanzata dal Veneto e sostenuta dal Trentino per le Olimpiadi invernali 2026, era emersa dall'incontro a Venezia tra il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi e il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher.  «Rossi e Kompatscher - riportava una nota congiunta - hanno confermato a Zaia l’interesse e la possibilità di mettere a disposizione impianti e strutture esistenti dei propri territori per ospitare il grande evento sportivo».

 

L’ultima parola spetta però al Cio. «Successivamente alla fase di dialogo sarà esclusivamente il Cio - sottolinea il Coni - nel rispetto delle sue competenze tecniche e della Carta Olimpica, a decidere quale Città invitare ad essere ufficialmente candidata per i Giochi Olimpici Invernali 2026».

 

«Non mi stupisce che si parli di Milano e Torino quali candidate a ospitare le Olimpiadi invernali del 2026. Anche perché, al momento, quelle giunte dalle due città sono le uniche manifestazioni d’interesse, cioè la richiesta di un territorio di essere valutato dal Cio, ad essere state formalizzate». Lo dice il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, commentando la comunicazione inviata dal Coni rispetto alle Olimpiadi invernali 2026.

«Cortina capofila del Dolomiti-Unesco è un  complesso - sottolinea il presidente del Veneto - che può vantare infrastrutture già esistenti, moderne e ai massimi livelli tecnici, tanto da essere ogni anno protagoniste delle più importanti manifestazioni degli sport della neve, a cominciare dalla Coppa del Mondo di Sci. Ciò rende il complesso sostenibile ed ecologico, senza inutili colate di cemento. Parliamo di 1.300 chilometri di piste, di centinaia di impianti di risalita, di comprensori e caroselli che già riuniscono Veneto, Trento e Bolzano nel Dolomiti Superski, di piste da fondo di alta tecnicità e spettacolarità ambientale come quelle dell’Altopiano di Asiago».

«Posso fin d’ora affermare - conclude Zaia - che lavoreremo e ci batteremo a testa bassa affinché il nostro dossier sia valutato con lo scrupolo e l’attenzione che si deve a un contesto che è simbolo della montagna e della natura in tutto il mondo. Non siamo qui per fare la guerra a nessuno, ma non abbiamo alcun timore a confrontarci con chicchessia».

 

 

 

 

 

 

AN.MA.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
12
U. Triestina
11
Monza
11
Fermana
11
L.r. Vicenza Virtus
10
Imolese
10
Ravenna
10
Sudtirol
9
Vis Pesaro
8
Rimini
7
Feralpi Salò
7
Fano A.j.
6
Ternana
5
Renate
5
Giana Erminio
5
Gubbio
4
Albinoleffe
4
Teramo
4
Sambenedettese
3
Virtus Verona
3
Fano A.j. - Giana Erminio
1-0
Albinoleffe - Feralpi Salò
0-1
Fermana - Sudtirol
0-0
Imolese - Gubbio
1-0
Monza - U. Triestina
1-1
Pordenone - L.r. Vicenza Virtus
1-1
Ravenna - Sambenedettese
2-0
Renate - Vis Pesaro
0-1
Rimini - Teramo
1-1
Virtus Verona - Ternana
0-2

Golf