Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
14 novembre 2018

Sport

Chiudi

05.09.2018

Viviani regala il bis Sfrutta la squadra e trionfa allo sprint

La vittoria a Bermillo de Sayago di Elia Viviani
La vittoria a Bermillo de Sayago di Elia Viviani

MADRID (Spagna) Elia Viviani, e chi altrimenti? Lo sprint di Bermillo de Sayago è un’autentica dimostrazione di forza del campione italiano in carica, trascinato alla perfezione dal treno della Quick Step Floors: nella tappa più pianeggiante della 73esima Vuelta a Espana, Viviani conquista la seconda gioia personale, confermandosi in gran forma e bissando il successo della terza frazione, ad Alhaurin de la Torre, centrata una settimana fa. Per lo sprinter veronese è la diciassettesima affermazione nel suo 2018 su strada. Alle spalle di Viviani si è piazzato Peter Sagan, che per la terza volta in questa edizione della Vuelta deve accontentarsi del secondo gradino del podio, completato da un altro italiano, Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo). Il britannico Simon Yates (Mitchelton-Scott) mantiene la maglia rossa di leader con un solo secondo di vantaggio sull’idolo di casa Alejandro Valverde e 14 sul colombiano Nairo Quintana. Il tutto alla vigilia dell’undicesima frazione della corsa iberica del World Tour, la Mombuey-Ribeira Sacra (Luintra) di 207,8 chilometri. Sembrava una tappa disegnata per i velocisti e in effetti così si è rivelata, nonostante il tentativo di fuga messo in piedi da Tiago Machado (Katusha Alpecin) e Jesus Ezquerra (Burgos-BH) dopo quello di Richie Porte. Cento chilometri in due, Machado ed Ezquerra sono stati di fatto ripresi a circa -15 dall’arrivo, grazie soprattutto al gran lavoro di Bora Hansgrohe (la squadra di Sagan) e Quick Step. Brutta caduta in coda, tra i coinvolti Simone Petilli (UAE Team Emirates) e Jelle Wallays (Lotto Soudal). Gruppo compatto nei pressi del traguardo: la Quick Step, guidata da Fabio Sabatini, prepara al meglio il terreno per Viviani, che lancia lo sprint ai 200 metri e domina davanti a Sagan, Nizzolo, Nelson Andres Soto Martinez e Marc Sarreau. Nella top ten altri due italiani: Consonni e Trentin, nono e decimo. «Arrivavamo da due errori e sapendo di essere più veloci un po’ bruciava. Dopo il giorno di riposo ci siamo tolti lo stress addosso, siamo ripartiti con energia e i ragazzi hanno fatto un lavoro spettacolare», ha detto Viviani. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
U. Triestina
20
Fermana
20
L.r. Vicenza Virtus
19
Pordenone
19
Ternana
18
Feralpi Salò
18
Imolese
17
Vis Pesaro
16
Ravenna
16
Sudtirol
15
Monza
15
Teramo
14
Giana Erminio
11
Gubbio
11
Rimini
11
Fano A.j.
9
Sambenedettese
8
Renate
8
Albinoleffe
7
Virtus Verona
7
Fano A.j. - Ravenna
1-1
Feralpi Salò - Virtus Verona
1-1
Giana Erminio - Sudtirol
0-0
L.r. Vicenza Virtus - Sambenedettese
1-0
Pordenone - U. Triestina
1-2
Renate - Imolese
1-0
Rimini - Fermana
2-0
Teramo - Albinoleffe
2-2
Ternana - Gubbio
3-0
Vis Pesaro - Monza
1-1

Volley

Rugby

Golf