Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
25 settembre 2018

Sport

Chiudi

05.09.2018

Viviani regala il bis Sfrutta la squadra e trionfa allo sprint

La vittoria a Bermillo de Sayago di Elia Viviani
La vittoria a Bermillo de Sayago di Elia Viviani

MADRID (Spagna) Elia Viviani, e chi altrimenti? Lo sprint di Bermillo de Sayago è un’autentica dimostrazione di forza del campione italiano in carica, trascinato alla perfezione dal treno della Quick Step Floors: nella tappa più pianeggiante della 73esima Vuelta a Espana, Viviani conquista la seconda gioia personale, confermandosi in gran forma e bissando il successo della terza frazione, ad Alhaurin de la Torre, centrata una settimana fa. Per lo sprinter veronese è la diciassettesima affermazione nel suo 2018 su strada. Alle spalle di Viviani si è piazzato Peter Sagan, che per la terza volta in questa edizione della Vuelta deve accontentarsi del secondo gradino del podio, completato da un altro italiano, Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo). Il britannico Simon Yates (Mitchelton-Scott) mantiene la maglia rossa di leader con un solo secondo di vantaggio sull’idolo di casa Alejandro Valverde e 14 sul colombiano Nairo Quintana. Il tutto alla vigilia dell’undicesima frazione della corsa iberica del World Tour, la Mombuey-Ribeira Sacra (Luintra) di 207,8 chilometri. Sembrava una tappa disegnata per i velocisti e in effetti così si è rivelata, nonostante il tentativo di fuga messo in piedi da Tiago Machado (Katusha Alpecin) e Jesus Ezquerra (Burgos-BH) dopo quello di Richie Porte. Cento chilometri in due, Machado ed Ezquerra sono stati di fatto ripresi a circa -15 dall’arrivo, grazie soprattutto al gran lavoro di Bora Hansgrohe (la squadra di Sagan) e Quick Step. Brutta caduta in coda, tra i coinvolti Simone Petilli (UAE Team Emirates) e Jelle Wallays (Lotto Soudal). Gruppo compatto nei pressi del traguardo: la Quick Step, guidata da Fabio Sabatini, prepara al meglio il terreno per Viviani, che lancia lo sprint ai 200 metri e domina davanti a Sagan, Nizzolo, Nelson Andres Soto Martinez e Marc Sarreau. Nella top ten altri due italiani: Consonni e Trentin, nono e decimo. «Arrivavamo da due errori e sapendo di essere più veloci un po’ bruciava. Dopo il giorno di riposo ci siamo tolti lo stress addosso, siamo ripartiti con energia e i ragazzi hanno fatto un lavoro spettacolare», ha detto Viviani. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Monza
6
Pordenone
6
Sudtirol
6
Renate
4
Fermana
4
Imolese
4
U. Triestina
3
Rimini
3
Vis Pesaro
3
L.r. Vicenza Virtus
2
Gubbio
1
Albinoleffe
1
Giana E.
1
Ravenna
1
Feralpi Salò
1
Teramo
1
Sambenedettese
1
Ternana
0
Fano A.j.
0
Virtus Verona
0
Fano A.j. - Ternana
Albinoleffe - Pordenone
1-2
Feralpi Salò - Fermana
0-0
Giana E. - Imolese
1-2
Ravenna - Sudtirol
0-1
Renate - L.r. Vicenza Virtus
1-1
Rimini - U. Triestina
2-1
Teramo - Sambenedettese
0-0
Virtusvecomp - Monza
0-2
Vis Pesaro - Gubbio
2-1

Golf