16 febbraio 2019

Sport

Chiudi

23.11.2018

Ripartenza Canola «Dopo l’Europeo vorrei il Mondiale»

Marco Canola davanti al municipio di Asiago con la nuova ammiraglia 2019.   DARIO BELINGHIERI - BETTINI PHOTO
Marco Canola davanti al municipio di Asiago con la nuova ammiraglia 2019. DARIO BELINGHIERI - BETTINI PHOTO

Alberto Vigonesi ASIAGO Alla soglia dei 30 anni (li compirà il 26 dicembre), Marco Canola sta entrando nella seconda fase della sua carriera. Professionista dal 2012, il vicentino ha costantemente migliorato il proprio rendimento, diventando un corridore capace di ben figurare in diversi terreni e con regolarità, dall’inizio alla fine della stagione. Nel 2019, per il terzo anno di fila, vestirà la maglia della Nippo-Vini Fantini-Faizanè, di cui è uno dei leader. Da padrone di casa nel ritiro prestagionale di Asiago, il corridore di Marola tira le somme sull’annata appena conclusa. «Non è sicuramente stato un anno facile. Sono soddisfatto delle prestazioni, ma a mancare sono state le vittorie: sono arrivati tanti podi (ben otto, ndr), in alcuni casi derivanti da qualche incomprensione in corsa. La condizione che ho mantenuto per tutto l’anno è stata migliore di quella del 2017 quando ho vinto in sei occasioni. Mi ha dato fastidio avere potenziale ma non averlo dimostrato a pieno. Un po’ come la Ferrari che va forte ma non porta a casa il Mondiale» Quale è il principale rimpianto? Mi è dispiaciuto soprattutto l’andamento del campionato italiano di Darfo Boario. Si poteva raccogliere più del sesto posto che ho ottenuto e del quarto conquistato dal mio compagno Santaromita. Venivo da dietro e non c’era tanto tempo per parlarsi; quando c’è stato l’attacco decisivo sono rimasto fuori e, pur riuscendo in seguito a staccare quelli del mio gruppo, non è bastato per andare a riprendere quelli davanti. È l’occasione maggiore che ho sprecato, perché mi sentivo veramente bene e son convinto che avrei potuto vincere. Da leader con la Nippo a gregario all'Europeo: che esperienza è stata quella di Glasgow? Il ct Cassani è rimasto contento della mia prestazione. Per centrare un obiettivo prestigioso bisogna sempre essere pronti a sacrificarsi. Che poi trainare il gruppo non sminuisce affatto e quando il tuo compagno (Matteo Trentin, ndr) vince, valorizza tutto il lavoro. All’Europeo abbiamo corso benissimo, tirando ma al contempo risparmiando molte energie rispetto ad altre nazionali. Lì abbiamo fatto bingo. Per il Mondiale 2019 nello Yorkshire il circuito è simile, nervoso e con probabilità di pioggia. Può essere che la stessa nazionale che ha fatto l’Europeo vada al Mondiale (sorride, ndr). Parlando di Mondiale è inevitabile pensare al fallimento della candidatura di Vicenza 2020. Un gran peccato, perché capita una volta nella vita correre un Mondiale non solo vicino a casa, ma proprio in casa. Però se non ghe xe i schei, non puoi far niente. Purtroppo è andata così. Cosa si augura per il 2019? Negli ultimi anni sono sempre migliorato a livello di condizione fisica. Adesso servirebbe compiere quel salto di qualità definitivo. Il mio ultimo Giro risale al 2014, allora ero un ragazzino che si affacciava verso la maturità come atleta. Se arrivassero dei risultati come una vittoria di tappa o un risultato di prestigio in una grande classica sarei sicuramente contento. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Vigonesi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
53
U. Triestina
44
Feralpi Salò
43
Imolese
42
Sudtirol
39
Ravenna
39
Monza
39
Fermana
36
L.r. Vicenza Virtus
35
Vis Pesaro
33
Sambenedettese
33
Ternana
32
Gubbio
32
Renate
30
Teramo
27
Fano A.j.
27
Rimini
27
Giana Erminio
25
Albinoleffe
22
Virtus Verona
21
Albinoleffe - Ternana
2-1
Fano A.j. - Teramo
1-0
Fermana - Gubbio
0-1
Imolese - Sambenedettese
0-0
Monza - L.r. Vicenza Virtus
2-0
Pordenone - Vis Pesaro
1-0
Ravenna - Giana Erminio
1-1
Rimini - Feralpi Salò
1-3
U. Triestina - Sudtirol
0-0
Virtus Verona - Renate
0-1

Golf