Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 ottobre 2017

Sport

Chiudi

17.03.2017

Pozzato, un vintage
che torna di moda
Battaglin d’assalto

Filippo Pozzato (a sx) con  Viviani ad Abu Dhabi. Nel 2006 ha centrato l’ultima vittoria italiana a Sanremo
Filippo Pozzato (a sx) con Viviani ad Abu Dhabi. Nel 2006 ha centrato l’ultima vittoria italiana a Sanremo

Domani si corre la 108a edizione della Milano-Sanremo, 291 chilometri lungo il percorso classico, con Cipressa e Poggio. Ci saranno tutti i corridori più in forma del momento, con Peter Sagan in vetta al pronostico, tallonato da Gaviria.

Visti i valori in campo, Filippo Pozzato (Wilier Selle Italia) non si presenta alla sua 14a Milano-Sanremo fra i super-favoriti. Ma c’è un dato di fatto che non si può trascurare, anzi due: il vicentino è l’ultimo corridore italiano fotografato a braccia alzate sul traguardo di Sanremo e un anno fa è stato il migliore dei nostri (ottavo). La Sanremo è la sua corsa, e non solo perché la vinse nel 2006 anticipando Petacchi e Paolini. Nel 2008 giunse secondo, pagando a Fabian Cancellara un’esitazione di troppo, e ci andò vicino anche nel 2011 e nel 2012, finendo al quinto e al sesto posto.

Mentre gli altri affilavano le armi alla Tirreno-Adriatico e alla Parigi-Nizza, Pozzato ha preparato questa Milano-Sanremo con un ritiro alle Canarie, dove ha lavorato sodo. Ci è arrivato con un secondo e un terzo posto di tappa al Giro di Malesia, un “tour” minore, buono per fare gamba ma non per capire quanto vali nei contesti che contano. L’hashtag che gira in Twitter è “MakePippoGreatAgain” (“Facciamo tornare Pippo un grande”). Non il massimo dei complimenti, a ben guardare. Naturalmente, spetta innanzitutto a lui esaudire il sogno dei suoi tifosi.

Enrico Battaglin il Poggio lo conosce bene. Su questo colle, che può essere scoglio o trampolino verso il traguardo, tre anni fa scattò e si portò al comando della corsa assieme allo svizzero Rast. Il suo tentativo si concluse poco prima di scollinare, a circa cinque chilometri alla fine. Il suo team, la Lotto Nl Jumbo, punta molto su Roglic e Lobato, ma Battaglin si è preparato a dovere e sa che in una corsa di quasi 300 chilometri le gerarchie le decidono le gambe.

Invece la Nippo Vini Fantini crede molto in Marco Canola. Al suo primo anno nella squadra italo-giapponese, contava di partecipare al Giro d’Italia, poi è arrivata la comunicazione che il team arancione non è stato invitato dagli organizzatori. Allora l’obiettivo numero uno diventa la Sanremo, la più importante corsa di un giorno in Italia. Canola è un corridore d’attacco, proverà a inventarsi qualcosa, forze e avversari permettendo.

Fortunato il capitano che ha al suo fianco Manuele Boaro. Passista di livello, si è guadagnato la fama di eccellente uomo-squadra in tanti anni di onorata professione alla Tinkoff. Ora Boaro è al Team Bahrain Merida e a godere dei suoi servigi in questa Milano-Sanremo sarà Sonny Colbrelli, il leader designato dei rosso-blu.

Il più giovane della nidiata è Federico Zurlo, della Uae Emirates. Il suo compagno Ben Swift nel 2016 si è classificato al secondo posto dietro a Demare, dunque per il britannico sarà categorico riprovarci.

Quanto a Zurlo, basterà fare meglio di un anno fa. A 52 chilometri dalla conclusione è finito addosso ad una macchina parcheggiata lungo la strada ed è rimasto a lungo a terra dolorante, con la telecamera che inquadrava la ruota anteriore della sua bici, spezzata in due.

A proposito di infortuni, sabato non sarà al via a Milano Maximiliano Richeze. L’argentino della Quick Step Floors, residente da anni a Bassano, doveva essere la spalla di Fernando Gaviria, ma alla Strade Bianche è caduto e si è ferito a un ginocchio. Per questa volta la Sanremo la guarderà alla tivù.

Eros Maccioni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
19
Sambenedettese
19
Bassano Virtus
18
Renate
17
Padova
16
Mestre
15
Vicenza
15
Albinoleffe
14
Feralpi Salò
13
Fermana
12
Sudtirol
11
U. Triestina
10
Teramo
10
Ravenna
9
Reggiana
8
Gubbio
8
Fano A.j.
4
Santarcangelo
4
Modena
-1
Albinoleffe - Santarcangelo
3-1
Bassano Virtus - Pordenone
2-2
Feralpi Salò - Fano A.j.
2-1
Fermana - Mestre
1-0
Gubbio - Sambenedettese
0-2
Modena - Renate
0-3
Padova - Vicenza
0-0
Teramo - Ravenna
3-2
U. Triestina - Sudtirol
1-1
Reggiana - [ha Riposato]

Golf