18 gennaio 2019

Sport

Chiudi

11.01.2019

Il Giro in rosa ritorna nel Vicentino Cornedo, Marostica e poi S. Giorgio

Il passaggio del Giro Rosa a Breganze nel 2018. Quest’anno l’arrivo sarà a San Giorgio di Perlena
Il passaggio del Giro Rosa a Breganze nel 2018. Quest’anno l’arrivo sarà a San Giorgio di Perlena

Il Giro d’Italia professionisti snobba il Vicentino, ma quello femminile no. Se in campo maschile la carovana non concederà neppure un fugace sconfinamento, il 30° Giro Rosa, in agenda dal 5 al 14 luglio, vivrà un’intera giornata sulle nostre strade. Sarà la riedizione, ritoccata, della tappa con arrivo a Breganze che l’anno scorso è finita nel palmarès stellare di Marianne Vos. La tappa in questione è la Cornedo - San Giorgio in Perlena di giovedì 11 luglio. Il comitato che s’è rimboccato le maniche per riportare Vicenza sulla ribalta della più ambita corsa a tappe femminile è trainato dal sindaco di Fara Maria Teresa Sperotto, dal vicesindaco Timoteo Mauri e da Domenico Ragusa, grande appassionato di ciclismo e papà di Katia, che correrà il Giro con il Team Bepink. La macchina organizzativa avrà il suo propulsore nella Pro loco e nel Gruppo Alpini di Fara. I chilometri in programma saranno 115, o poco più. Salvo modifiche dell’ultima ora, la settima e quartultima tappa del giro Rosa prenderà avvio con un circuito di 10 chilometri attorno a Cornedo. Dopo avere scollinato a Priabona, il gruppo prenderà la direzione di Thiene, quindi di Sarcedo, Zugliano e Lugo. Le gobbe di via Torricelle faranno da collegamento tra Fara e Breganze, dove avrà inizio la prima ascesa a San Giorgio. Tramite via Laverda ci si abbasserà nuovamente verso Marostica. Verrà ripetuto il doppio giro sul circuito della Rosina, lo stesso che l’anno scorso è stato affrontato a tutto gas. Si passerà due volte di fronte a casa di Tatiana Guderzo, che conosce il percorso metro per metro. Pianezze, poi Molvena ed ecco un’inedita spruzzata di pepe. All’uscita di un ampio tornante in discesa si entra nelle Fiandre. Le ragazze si arrampicheranno lungo una strettoia di 300 metri al 16-17 per cento, con il fondo in pietra. Dopo quest’interminabile apnea si ritorna in picchiata sulla vecchia Gasparona: Mason, Breganze e poi la seconda e ultima ascesa a San Giorgio, questa volta per raggiungere il traguardo. Ce n’è abbastanza per prevedere una tappa scoppiettante e una vincitrice di rango. Gli ingredienti ci sono tutti, lo spettacolo è assicurato. •

Eros Maccioni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
40
U. Triestina
32
Fermana
31
Ternana
30
Ravenna
30
Imolese
29
Vis Pesaro
29
L.r. Vicenza Virtus
29
Feralpi Salò
28
Sudtirol
27
Sambenedettese
27
Monza
26
Teramo
23
Rimini
22
Gubbio
21
Renate
20
Fano A.j.
20
Virtus Verona
19
Albinoleffe
18
Giana Erminio
18
Albinoleffe - Imolese
1-1
Fano A.j. - Pordenone
0-2
Feralpi Salò - Monza
0-0
Giana Erminio - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Ravenna - Gubbio
0-2
Renate - Sambenedettese
1-1
Rimini - Ternana
Teramo - Sudtirol
2-0
Virtus Verona - Fermana
0-1
Vis Pesaro - U. Triestina
0-1

Rugby

Golf