Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 agosto 2017

Sport

Chiudi

13.06.2017

Lelj rientra dalla porta sul retro
Sarà l’allenatore del Valdagno

Il tecnico Filippo Lelj rientra al Leodari (ora Valdagno-Vicenza)
Il tecnico Filippo Lelj rientra al Leodari (ora Valdagno-Vicenza)

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano... È quello che è accaduto a Filippo Lelj, tecnico dimissionario del Leodari Sbf qualche settimana fa, nuovo allenatore del Valdagno-Vicenza oggi. Un ritorno che sa di clamoroso anche se, a ben vedere, la neonata società fondata da Giorgio Oselladore e Roberto Coda è un' evoluzione, anche cromatica, rispetto al recente passato.

«Siamo felici che Lelj apprezzi il nostro progetto – sottolinea Coda, imprenditore arzignanese – e presto avrà a disposizione una squadra all'altezza». Già al lavoro il nuovo diesse, ma Lelj non sta nel frattempo con le mani in mano: «Sì, ho contattato un po' di giocatori e qualche amico perché, inutile nascondercelo, siamo un po' in ritardo. Ci sarà da lavorare molto, ma non mi spaventa. Anche perché quello che ho sentito è un programma che lascia porte aperte al futuro».

Dunque, una stretta di mano e via anche se bisognerà capire il budget a disposizione per la prima squadra. Perché puoi anche essere un tecnico manager alla Ferguson ma con pochi schei si fa la strada che si può.

«Francamente non è un problema che mi pongo più di tanto. Io credo che l'Eccellenza sia sicuramente una categoria più onerosa ma è anche una vetrina in cui mettersi in mostra».

Lo sa bene suo fratello Tommaso, partito da Cavazzale, passato per Marano Vicentino approdato in Lega Pro dopo tre anni di serie D tra Este e Rapallo.

«Io credo che quella del Ravenna – sottolinea Filippo – sia una strada da seguire. Loro hanno fatto una scelta di persone e questo alla medio-lunga paga. L'idea, il sogno, sarebbe quello di seguirne le orme e portare il Valdagno Vicenza più su. Anche perché giocare in uno stadio come quello “Dei Fiori” è una bella responsabilità sotto tutti i punti di vista».

Lavoro, impegno e un pizzico di sana follia, perché l'obiettivo è sì salvare la categoria in questo primo anno di vita, ma mai mettere limiti alla provvidenza. E pure mai fare i conti senza l'oste. Che significa? Semplice: è proprio sicuro che l'Altovicentino sparisca così, senza colpo ferire? Quanto portato avanti dal presidente uscente Rino Dalle Rive potrebbe infatti trovare degli eredi a stretto giro di posta. Un'utopia? Certo, bisognerà vedere la consistenza della nuova eventuale cordata e soprattutto la volontà di subentrare negli onori ma anche negli oneri della società bianconera, ma a quanto si dice contatti ed incontri non sono mancati. Questa settimana scioglierà ogni dubbio (o illusione residua). Intanto i lavori allo stadio non si fermano come pure continua a dialogare il Valdagno-Vicenza con le società della zona sul settore giovanile: «Siamo sempre disponibili – sottolinea Coda – a dialogare con tutti, in primis con le realtà sportive locali».

Roberto Luciani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Ascoli
0
Avellino
0
Bari
0
Brescia
0
Carpi
0
Cesena
0
Cittadella
0
Cremonese
0
Empoli
0
Entella
0
Foggia
0
Frosinone
0
Novara
0
Palermo
0
Parma
0
Perugia
0
Pescara
0
Pro Vercelli
0
Salernitana
0
Spezia
0
Ternana
0
Venezia
0

Rugby

Golf