Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
19 agosto 2017

Sport

Chiudi

10.06.2017

Il Nove è salvo, ma ora sarà più povero

Nove salvo ma… inevitabilmente ridimensionato. L’aspro braccio di ferro tra il comune e il club gialloblu e conclusosi solo l’altro ieri per il meglio vista la prosecuzione dell’attività calcistica anche nella prossima stagione avrà comunque delle ripercussioni in vista del nuovo campionato. Se da un lato si può esultare perché a Nove il pallone continuerà a rimbalzare, dall’altro va però detto che per la società gialloblu si apriranno nuovi scenari non proprio confortanti visto che il patron Claudio Stefani avendo a disposizione minori finanziamenti dovrà fare di necessità virtù ricorrendo a nuove strategie e programmi che, almeno sulla carta, dovrebbero essere meno ambiziosi. «Saremo obbligati ad investire delle risorse private per finalità pubbliche visto che – spiega il numero uno del Nove - il finanziamento da parte del comune (dai 32.000 s’è passati a circa 25.000 euro) non ci basterà nemmeno per coprire la metà dei costi di manutenzione di un impianto importante e che in questi anni lo abbiamo conservato grazie anche all’aiuto di molti volontari».

Il presidente prosegue poi dicendo: «Tengo a precisare che la scelta di proseguire l’attività calcistica non è assolutamente figlia di una pace con il comune; pur di continuare l’attività infatti abbiamo mandato giù un rospo decidendo di partecipare al bando istituito dall’amministrazione a denti stretti con l’intento di salvare lo sport e le famiglie».

Il messaggio del massimo dirigente novese, sulla poltrona presidenziale da 33 stagioni, non necessita grandi interpretazioni o spiegazioni. «Saremo costretti ad allestire una formazione che, almeno sulla carta, non potrà più competere per le prime posizioni ma che invece dovrà lottare per mantenere la categoria; la squadra avrà un maggior carattere sociale e una minor caratura tecnica ma sarà forte però del grande sostegno della gente. Anche se ridimensionati, comunque, non partiamo assolutamente vinti».

Sulla stessa lunghezza d’onda pure il tecnico Carlo Comacchio al quale spetterà il compito di preparare al meglio la truppa gialloblu. «Rispetto alle ultime stagioni cambierà la filosofia, il prossimo anno le parole d’ordine saranno attenzione, voglia di rivalsa e spirito battagliero. Probabilmente ci presenteremo ai nastri di partenza con una rosa meno dotata a livello tecnico ma questi ragazzi (la maggior parte dei quali ha preso parte ai consigli comunali) hanno già dimostrato grandissima passione, attaccamento ai colori e meritano il meglio». F.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Ascoli
0
Avellino
0
Bari
0
Brescia
0
Carpi
0
Cesena
0
Cittadella
0
Cremonese
0
Empoli
0
Entella
0
Foggia
0
Frosinone
0
Novara
0
Palermo
0
Parma
0
Perugia
0
Pescara
0
Pro Vercelli
0
Salernitana
0
Spezia
0
Ternana
0
Venezia
0

Rugby

Golf