Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 aprile 2017

Sport

Chiudi

08.03.2017

Biglietti ai boss?
Botta e risposta
antimafia-Agnelli

Andrea Agnelli pensieroso: arriva il deferimento?
Andrea Agnelli pensieroso: arriva il deferimento?

TORINO. La convocazione del presidente della Juventus, Andrea Agnelli, da parte della Commissione parlamentare Antimafia - che inizierà già mercoledì prossimo ascoltando il legale, l'avvocato Luigi Chiappero - e il possibile deferimento dello stesso Agnelli, di alcuni dirigenti e della società da parte della Figc - che però sottolinea che sta ancora valutando gli atti - per i presunti contatti con esponenti della 'ndrangheta: per i bianconeri le prossime rischiano di essere giornate difficili. Ieri il procuratore della Figc Giuseppe Pecoraro in Antimafia ha detto che dai documenti arrivati dalla Procura di Torino «si evidenzia che Saverio Dominello e il figlio Rocco sono rappresentanti a Torino della cosca Bellocco Pesce di Rosarno. Rocco Dominello ha rapporti con la dirigenza Juve per la gestione di biglietti e abbonamenti». Pecoraro ha aggiunto che «i dirigenti che hanno contatti con queste persone sono Merulla, Calvo, D'Angelo e Agnelli. Anche il dg Marotta ha avuto rapporto seppure occasionale» e «non è stato coinvolto dalla conclusione delle indagini». A stretto giro un tweet di Andrea Agnelli. «Nel rispetto di organi inquirenti e giudicanti ricordo che non ho mai incontrato boss mafiosi. Ciò che leggo è falso». Nel memoriale che a luglio inoltrò alla procura di Torino nel quadro dell'inchiesta Alto Piemonte, Andrea Agnelli assicurò che non ci sono stati «né sconti né omaggi» in occasione della cessione di biglietti della Juve a gruppi ultras. Il presidente spiegò che ad occuparsi della questione fu Alessandro D'Angelo, capo della sicurezza del club. Ma le indagini dicono che un ex capo ultras (tra i 23 indagati) avrebbe messo in contatto un componente dei Dominello con la dirigenza della Juventus accordandosi per mantenere la pace in curva. A carico della società bianconera non sono emersi reati penali ma le carte sono passate alla procura Figc: l'idea sarebbe di procedere con il deferimento di Agnelli e di alcuni fra dirigenti, ex dirigenti e funzionari, nonché della stessa Juventus a titolo di responsabilità diretta e oggettiva. La decisione - su cui potrebbe incidere la memoria difensiva arrivata in serata - dovrebbe arrivare a giorni. 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Spal
70
Hellas Verona
65
Frosinone
62
Cittadella
57
Perugia
56
Benevento
55
Spezia
54
Virtus Entella
51
Carpi
51
Salernitana
50
Novara
50
Bari
50
Pro Vercelli
46
Avellino
45
Cesena
43
Ascoli
41
Trapani
41
Brescia
39
Ternana
39
Vicenza
38
Pisa
32
Latina
31
Ascoli - Brescia
0-0
Avellino - Cesena
1-1
Bari - Hellas Verona
0-2
Benevento - Vicenza
0-0
Cittadella - Carpi
4-1
Latina - Spal
1-2
Novara - Perugia
0-1
Pro Vercelli - Salernitana
0-0
Spezia - Virtus Entella
2-0
Ternana - Frosinone
2-0
Trapani - Pisa
1-0

Rugby

Ciclismo

Golf