Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
22 maggio 2018

Sport

Chiudi

23.04.2011

Risponde in dialetto: sospeso

Hanno suscitato un bel vespaio e un notevole clamore i due giorni di sospensione che la responsabile del Centro di formazione professionale "Ferracina", Natalia Vivian, ha inflitto ad un "allievo" che ha affrontato un'interrogazione in dialetto veneto e non ha inteso minimamente piegarsi alle rimostranze del docente, Silvestro Moro, che più volte gli ha chiesto di rispondere in italiano. Il protagonista della vicenda, il marosticense Raffaele Serafini, quarantenne, è ben noto alle cronache politiche perché iscritto al Partito nazionale veneto e perchè si è visto querelare dal presidente della Giunta regionale veneta, Luca Zaia, leghista doc. Serafini, con due articoli apparsi qualche tempo fa sul suo sito della "gaxeta veneta" è riuscito a far arrabbiare il numero uno della politica regionale.
Ed ecco l'esponente del Partito nazionale veneto mettere in evidenza le velleità di difensore dell'idioma veneto anche a Bassano, all'istituto di via Scalabrini nel quale frequenta un corso di 800 ore nel settore meccanico. L'episodio è accaduto qualche giorno fa. Il corsita marosticense ha cominciato a rispondere in dialetto alle domande ed ha continuato imperterrito nonostante il docente lo abbia invitato più volte ad esprimersi in italiano anche per una forma di rispetto verso i compagni di corso non tutti conoscitori della lingua veneta .
Non c'è stato verso di convincere Serafini a modificare un atteggiamento che ha infastidito il docente il quale stava preparando la classe per l'esame finale ed aveva posto al corsista una domanda che riguardava la lavorazione dell'acciaio.
Nella risposta ecco rimbalzare in aula parole tipiche del nostro dialetto "mineral feroxo, rento el altoforno" ed altre ancora, almeno da come si legge nel sito del Partito regionale veneto.
Agli inviti del docente di fornire le spiegazioni in italiano, Raffaele Serafini s'è sempre opposto, affermando in conclusione come «non sia scritto da nessuna parte che a scuola si deve parlare italiano». Capitolo chiuso? No. Evidentemente l'insegnante non ha accettato l'atteggiamento del corsista che il giorno successivo è stato chiamato dalla responsabile della struttura per un chiarimento. Cosa i due si siano detti non è dato a sapere.
Certamente si è trattato di una discussione vivace, in modo particolare perché lo stesso Serafini avrebbe alzato i toni della voce. La vicenda non è passata sotto silenzio. Per Raffaele Serafini, difensore "dell'anima veneta" nel suo complesso, è scattato un provvedimento disciplinare, con due giorni di sospensione dalle lezioni.
Tra lo stesso corsista ed un altro docente qualche giorno prima c'erano stati momenti di tensione.
Pare anche che lo stesso Serafini abbia cercato di propagandare tra i corsisti più giovani le sue idee politiche, trovando una certa attenzione.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Padova
63
Sudtirol
55
Sambenedettese
53
Reggiana
53
Albinoleffe
49
Feralpi Salò
49
Bassano Virtus
48
Renate
48
Pordenone
46
Mestre
44
U. Triestina
43
Ravenna
43
Fano A.j.
38
Fermana
38
Gubbio
36
Teramo
35
Santarcangelo
35
Vicenza
32
Albinoleffe - Vicenza
2-0
Fermana - Fano A.j.
0-1
Padova - Gubbio
1-0
Pordenone - Renate
1-1
Santarcangelo - Ravenna
1-1
Sudtirol - Mestre
1-0
Teramo - Reggiana
3-3
U. Triestina - Sambenedettese
1-1
Bassano Virtus - [ha Riposato]
Feralpi Salò - [ha Riposato]

Golf

Basket