Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
18 settembre 2018

Sport

Chiudi

11.05.2018

Bassano, l’ora della verità A Renate un solo risultato Colella: «Noi vogliamo la B»

Il tecnico del Bassano, Colella
Il tecnico del Bassano, Colella

Vincenzo Pittureri BASSANO Confronto alla gimkana circense, una manovra chirurgica effettuata dall'autista del pullman ieri pomeriggio per uscire indenne dal piazzale dello stadio, in mezzo ad auto parcheggiate alla speraindio, la gara di stasera è decisamente più rilassante. Quasi una sgambata. Del resto, in giorni in cui è d'uso aprire e chiudere forni, salvo poi arenarsi su esitazioni fatali, il pane quotidiano di Colella, invece, lievita attorno a certezze granitiche. DURO E PURO. L'uomo di Carbonera non usa perifrasi per esprimere il suo pensiero sulla gara da dentro e fuori in un campo molto ostico. «È l'ora di suonare la carica – attacca l’allenatore– andiamo a Renate per vincere perché sono convinto che possiamo andare in serie B. Siamo consapevoli di essere forti, andiamo a Meda con orgoglio e fierezza, consci di potercela fare. Se poi perderemo, con lo stesso orgoglio stringeremo la mano a chi nell'occasione è stato più bravo di noi. Intanto però ce la giochiamo. Perché vedete – incalza il timoniere virtussino – io so già di essere l'unico coglione dei 27 allenatori che prendono parte al tabellone degli spareggi che viene in conferenza dicendo che vuole vincere e puntare alla B. Gli altri preferiscono stare tutti allineati e coperti. Ma allora cosa siamo qui a fare? Noi volevamo raggiungere questo obiettivo e adesso che ci siamo, proviamo ad arrivare sino in fondo. Lavoriamo per questo, non stiamo mica pettinando bambole...». Affronta il braccio di ferro a petto in fuori Colella, ma senza presunzione, ma a suo modo, un po' naif, un po' bonariamente spaccone, ma vero, autentico, reale e diretto. Antinconvenzionale di sicuro, certamente irascibile e sovente intrattabile in sala stampa nell'immediato post partita, ma dannatamente diretto e genuino. Può non piacere ai più, assuefatti ai formalismi tutti uguali del dopogara e al profluvio insopportabile di frasi fatte. Ma l'uomo regala sempre un titolo al giorno, è dinamitardo, madornale e talvolta grossolano, ma ha saputo deflagrare nell'animo dello spogliatoio: la squadra per lui si butta nel fuoco. Poi non significa che non possa incasinarsi lo stesso. «È una sfida secca – ricomincia – 90 minuti in cui ti giochi la stagione, gli errori li paghi doppio, ma non bisogna mai abbattersi, e di fronte a un qualunque episodio negativo bisognerà reagire d'istinto e poderosamente, come se niente fosse. Per il Renate nutro rispetto assoluto, sono reduci da un'annata coi fiocchi, ma questo è un momento in cui non me ne frega nulla dell'avversario, mi interessano solo i miei ragazzi non i nostri rivali. Serve un grande entusiasmo, sapendo che si può ribaltare il risultato e la doppia opzione del pareggio a loro favore in qualunque momento. Ci serve lo slancio di chi agguantando la griglia per la B può rincorrere da adesso un traguardo ancora più grande. Non penso a vedermela in trasferta o alla vittoria obbligata. Proviamoci e crediamoci»”. CINQUINA OUT. A rilevare i due terzini squalificati Andreoni e Karkalis toccherà presumibilmente a Bortot a destra e a Stevanin a sinistra con la variante Bonetto precettata alla bisogna. Per surrogare l'ammaccato Venitucci, invece, scalpitano in diversi: da Proia, a Tronco, allo stesso Fabbro per accrescere il peso offensivo della truppa giallorossa. Più difficile l'opzione Zonta che può essere preferito in mediana o in corso d'opera per il cambio di passo. Quanto a Laurenti è ripristinato ma a mezzo servizio ed è consigliabile spenderlo per un break magari nell'ultimo quarto di gara per le accelerazioni e l'imprevedibilità buone a sparigliare il mazzo quando le cose sembrano incanalate verso un determinato canovaccio. Bassano insegue il ribaltone, girare pronostico e fattore campo vagheggiando la notte magica. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Vincenzo Pittureri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Renate
3
Fermana
3
Monza
3
Sudtirol
3
Ravenna
1
Gubbio
1
Giana E.
1
L.r. Vicenza Virtus
1
Albinoleffe
0
Fano A.j.
0
Imolese
0
Pordenone
0
Rimini
0
Ternana
0
U. Triestina
0
Vis Pesaro
0
Feralpi Salò
0
Teramo
0
Virtusvecomp
0
Sambenedettese
0
Fermana - Virtusvecomp
2-0
Gubbio - Ravenna
1-1
Imolese - Albinoleffe
L.r. Vicenza Virtus - Giana E.
0-0
Monza - Feralpi Salò
1-0
Pordenone - Fano A.j.
Sambenedettese - Renate
0-2
Sudtirol - Teramo
1-0
Ternana - Rimini
U. Triestina - Vis Pesaro

Golf