Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
11 dicembre 2018

Sport

Chiudi

06.12.2018

Beretta sconfitto anche in Polonia

Un contrasto tra Janae Kizer e Sandrine Gruda (Beretta Schio). FIBA
Un contrasto tra Janae Kizer e Sandrine Gruda (Beretta Schio). FIBA

Nemmeno in Polonia arriva la prima gioia europea di un Beretta che sicuramente disputa una gara migliore delle altre ma incompleta: la colpa più grande delle orange è quella di non scavare mai il solco vincente e di smarrirsi, ancora una volta nel finale. Polkowice si dimostra più cinica infliggendo a Schio la quinta sconfitta consecutiva in Eurolega. La cronaca. Inizio di gara concentrato finalmente delle scledensi che con Lavender e Quigley si portano subito sul 2-9 costringendo coach Kovacik al timeout dopo 3’. Al rientro in campo Leedham e Hayes confezionano un miniparziale di 4-0 a cui, però, rispondono ancora Lavender e Battisodo: 8-15. Il finale di quarto è però a favore delle polacche che con Kaltsidou, Leedham e Thomas pareggiano a quota 15. I secondi 10’ iniziano con una serie di falli che mandano le squadre spesso e volentieri in lunetta. Il gioco da 3 punti di Battisodo tiene avanti il Beretta che con Lavender e Quigley allunga sul 19-23. Poi Kizer inizia a far sentire la sua fisicità sottocanestro e si guadagna altri liberi che riportano avanti Polkowice. Una Lavender ispirata, seguita da Dotto, risponde agli attacchi polacchi ma proprio la play commette un antisportivo che, unito al fallo tecnico fischiato a coach Vincent per le proteste, regalano 3 tiri liberi a Hayes per il 29-27 al 17’. Battisodo, rientrata nel frattempo in campo, rimedia subito rubando palla e segnando in contropiede il nuovo pareggio. Infine Lisec prima trova i punti del nuovo vantaggio Schio e poi chiude il quarto con un tiro fuori equilibrio che, con l’aiuto del ferro, vale il 29-34. Si riporta subito a contatto Polkowice, mentre le solite Lavender e Quigley fanno tenere al Beretta la testa avanti. Kizer e Gruda si rispondono colpo su colpo per il 39-43 delle scledensi. Nel finale di quarto emergono la classe e l’esperienza di Kaltsidou che segna una tripla mortifera e poi il canestro del 49-47 del 30’. Alla ripresa del gioco si esalta subito Hayes che segna il +4, ma viene punita con un fallo tecnico per le proteste; Quigley riporta Schio a -1, la tripla di Thomas rimette tutto in ordine: 56-50 al 33’. Lisec segna il punto numero 52 ma, sull’azione seguente, Lavender si divora un canestro già fatto che le orange pagano a caro prezzo. A 30” dalla fine arriva poi la tripla di Hayes a chiudere i conti per il +7 polacco. In una serata sfortunata al tiro Quigley segna la tripla che è buona solo per il punteggio finale: 67-61. •

Nicolò Dalle Molle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
29
Ternana
26
U. Triestina
26
Vis Pesaro
25
Feralpi Salò
25
L.r. Vicenza Virtus
24
Fermana
24
Ravenna
23
Imolese
22
Monza
20
Sudtirol
19
Sambenedettese
18
Rimini
18
Gubbio
17
Teramo
16
Fano A.j.
15
Giana Erminio
15
Renate
12
Albinoleffe
11
Virtus Verona
10
Fano A.j. - Vis Pesaro
Albinoleffe - Sambenedettese
Feralpi Salò - Imolese
Fermana - U. Triestina
Giana Erminio - Renate
Gubbio - L.r. Vicenza Virtus
2-0
Ravenna - Virtus Verona
Rimini - Monza
Sudtirol - Ternana
Teramo - Pordenone

Golf