Seguici... Facebook Twitter Google+ Feed RSS
23 settembre 2017

Spettacoli

Chiudi

23.03.2013

Ultracorpi
sulla terra
Ma senza
l'anima

Due degli attori de I Sacchi di Sabbia. FOTO ANGELO MAGGIO
Due degli attori de I Sacchi di Sabbia. FOTO ANGELO MAGGIO

VICENZA Sarà una giornata particolare, teatralmente parlando, quella di oggi: da Mompracen alla Mesopotamia biblica, catapultandosi verso un futuro fantascientifico, arriva l'ironia dei tosco-napoletani Sacchi di Sabbia/Compagnia Sandro Lombardi, protagonisti di ben tre spettacoli e una performance all'interno della stagione Fatti di vita del Teatro Astra di Vicenza. L' invasione teatrale dei Sacchi di Sabbia inizia fuori dal palcoscenico, con un momento di "extra teatro - arte pubblica": al Bar Borsa di Vicenza, alle 16, con un estratto (a ingresso gratuito) di "Sandokan, o la fine dell'avventura", piece che andrà poi in scena integralmente la sera.  L'appuntamento con l'ironia prosegue poi sulle tavole dell'Astra a partire dalle 21. Gli spettacoli in programma sono tre: “L'invasione degli ultracorpi", “Abram e Isac" e, appunto, “Sandokan", tutti firmati da Giovanni Guerrieri. Con questa personale dedicata a una delle compagnie più tenacemente dedicate all'esplorazione del linguaggio ironico e performativo, inizia la seconda parte del cartellone Fatti di vita: una sezione ancora più marcatamente contemporanea, dedicata ai nuovi talenti della scena. Dopo i Sacchi di Sabbia sarà la volta dei protagonisti del Premio Scenario (il 6 aprile i lavori di Matteo Latino e la collaborazione tra Piccionaia e Babilonia Teatri) e infine una giornata di spettacoli in teatro e performances pubbliche e gratuite che vedrà protagonista la danzatrice e autrice Silvia Gribaudi (20 aprile). “L'invasione degli ultracorpi" è interpretato da Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano e Giulia Solano. Nell'azione, una subdola invasione aliena è in corso; semi di origine extraterrestre piovono sulla Terra e si rivelano in grado di duplicare gli esseri umani per poi sostituirli durante il sonno. Ma i sosia mancano di anima, di umanità.  Seguirà “Abram e Isac". Liberamente tratto dalla "Rappresentazione di Abramo ed Isac" scritta nel 1440 dal fiorentino Feo Belcari, lo spettacolo è interpretato da Arianna Benvenuti, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri e Giulia Solano. Il lavoro presenta il biblico tra comico e tragico; spiegano infatti i protagonisti: "Una sacra rappresentazione in cartoon. Un raffinato racconto in pop-up del sacrificio cui Abramo è chiamato. Occasione per una riflessione sull'enigma della comunicazione tra Abramo e Dio, condotta con sottile ironia, soavità di immagini e ritmo fermo e commosso a un tempo, in una dimensione scenica al tempo stesso materica e metafisica, dove la ritualità della “sacra rappresentazione" si colora di nuove impalpabili suggestioni. La serata si conclude con “Sandokan, o la fine dell'avventura", liberamente tratto da "Le tigri di Mompracem" di Emilio Salgari. Interpretato da Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano, Giulia Solano, è uno spettacolo per cinque attori e una moltitudine di ortaggi che, intorno ad un tavolo da cucina, metteranno in scena le epiche gesta dei pirati della Malesia. Biglietti per l'intera serata (13 euro intero, 11 ridotto, 1,50 diritti di prevendita) al botteghino.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo